Un divertente intramezzo durante la conferenza stampa del premier italiano Mario Draghi a conclusione del vertice europeo di Oporto. Un pavone, che all’improvviso con i suoi versi ha interrotto più volte il presidente del Consiglio e che dopo essere stato immortalato è diventato immediatamente virale in Rete.

Nel momento in cui Draghi ha cominciato a parlare è partito il canto del pavone che a più riprese ha seguito attentamente il discorso tanto da far commentare anche il premier divertito da tale intervento: «Questo pavone ci accompagna da stamane, sentiamo cosa ha da dire», e quando poi un verso del pennuto è arrivato al termine di una domanda di una giornalista, anticipando la risposta del premier, lui ha scherzato dicendo: «Ora risponde anche alle domande».

Una cosa però è bene specificarla: come spesso avviene, non era il pavone fuori luogo. Ma gli esseri umani. Infatti il vertice si è tenuto nel Palacio de Cristal della città portoghese, all’interno del cui giardino vivono liberamente grossi pavoni e tanti altri animali. A ben vedere, sarebbe molto più corretto dire che sono stati i leader Ue e Draghi a disturbare i pennuti inquilini di quel paradiso e non il contrario.

I giardini del Palazzo di Cristallo di Oporto sono annoverati tra gli spazi verdi più belli della città. Sono stati progettati dall'architetto Emile David e si estendono per 8 ettari, ospitando una flora e una fauna rigogliosa. Da piante esotiche ad alberi rari e grandi roseti. E poi ci sono fontane e un laghetto con anatre, cigni ed esemplari bellissimi di pavoni.