Deteneva una volpe e 13 tartarughe protette. Per questo a Roccadaspide, in Provincia di Salerno, è stato denunciato un uomo che le aveva “ingabbiate” in quello che sembrava essere il suo piccolo zoo abusivo e personale. È il risultato di un blitz svolto dai carabinieri forestali di Capaccio-Foce Sele insieme al personale del servizio veterinario della Asl e delle guardie zoofile dell’Enpa locale.

Il controllo è scattato a Serra Ventola, una frazione di campagna. La volpe comune (Vulpes vulpes) e le testuggini di Hermann (Testudo hermanni) ritrovate sono entrambe specie protette. Gli investigatori hanno approfondito la condotta dell'uomo e hanno scoperto che non aveva alcuna autorizzazione per detenerli. Così hanno provveduto a denunciarlo e a sequestrare penalmente le tartarughe (dandole in custodia giudiziaria allo stesso detentore, così come previsto dalle norme). Per la volpe, invece, hanno provveduto al suo invio al Centro di recupero per animali selvatici nella Asl Napoli 1. Ora starà ai veterinari valutarne il suo stato di salute e stabilirne una eventuale reintroduzione in natura.

Le Testudo Hermanni, a quanto pare dai fatti di cronaca, sono particolarmente ricercate: a maggio i carabinieri forestali di Reggio Calabria avevano sequestrato tre tartarughe nascoste in un ripostiglio di un negozio di animali, molto probabilmente per essere vendute da lì a poco.

Gioia Tauro, nascondeva tre tartarughe nel ripostiglio: denunciato il titolare di un negozio di animali