Membro del Comitato Scientifico di kodami
Etologa

Per capire se il criceto di casa è felice, è necessario riuscire a comprenderne le emozioni e lo stato di salute, perché grazie a tale comprensione possiamo trarre informazioni assai utili per migliorarne il benessere e la qualità della vita.

Per far vivere bene il criceto, che è uno dei piccoli roditori da sempre più presenti in famiglia, è bene innanzitutto sapere come prendersene cura. In commercio oggigiorno esiste una gran varietà di arricchimenti ambientali e alimentari che possono aiutare a rendere interessante la vita di questo animaletto notturno, piccolo ma dal carattere ben definito. Molti oggetti possono anche essere creati con materiale comunemente presente in casa, con una spesa minima.

Ecco alcuni segnali da monitorare per capire se il criceto di casa è felice.

1) È attivo di notte, mentre di giorno prevalentemente riposa. Per saperlo, il pet mate dovrebbe osservalo all'alba o al tramonto.

2) Mangia e beve regolarmente. Cambiamenti nell'assunzione di cibo e di acqua, o un cambiamento nella preferenza per certi alimenti, vanno sempre riportarti al medico veterinario di fiducia.

3) Dopo un pisolino, intraprende la tipica routine del risveglio: fa stretching, quindi sbadiglia, si lava e infine si dedica a qualche minuto di esplorazione dell’ambiente.

4) Se gli piace usare la ruota, durante la notte si allena volentieri. Per quantificare questa attività, e sapere se nel tempo cambia, il pet mate può collegare alla ruota un contagiri e registrare con precisione il numero di giri compiuti dal suo criceto. Un uso ridotto della ruota può indicare una stanchezza anomala dell’animale, mentre un uso maggiore può suggerire che il criceto stia tentando di far fronte a un momento di stress.

5) Non esprime comportamenti anomali, indicativi di stress o ansia, come pulirsi eccessivamente, tentare di arrampicarsi sulle pareti del recinto o della gabbia, come per fuggire da un pericolo, mordere le sbarre o immobilizzarsi.

6) È visibile per buona parte della giornata. Il fatto che tenda a nascondersi maggiormente può indicare che l’animale non sta bene o qualcosa lo sta spaventando (magari il gatto o il cane di casa).

7) Gioca volentieri. Giocare aiuta il criceto a far fronte allo stress e a star bene mentalmente. Di solito sono molto gradite le corde, oggetti da esplorare e da rosicchiare.

8) Nei momenti di veglia, è molto indaffarato. È dunque importante che disponga di un recinto sufficientemente ampio per soddisfare le sue esigenze di movimento, e per creare aree separate per il nido e la conservazione del cibo.

9) Scava e costruisce tunnel. Anche questo è un comportamento naturale del criceto, che viene favorito dalla presenza di una lettiera profonda, ad esempio in trucioli di legno.

10) Accumula cibo in una dispensa privata, spesso nel nido o nella tana. Lo porta dalla ciotola al sito prescelto, custodendolo nelle tasche delle guance, e questa è un’attività che il criceto letteralmente adora!

Bibliografia

In Yeates, J., & Universities Federation for Animal Welfare. (2019). Companion animal care and welfare: The UFAW companion animal handbook.

Bethell EJ, Koyama NF. 2015 Happy hamsters? Enrichment induces positive judgement bias for mildly (but not truly) ambiguous cues to reward and punishment in Mesocricetus auratus. R. Soc. open sci. 2: 140399.