27 Maggio 2022
18:15

“Biodiversità in città”: arriva a Napoli la settima edizione dell’Animal day

Dopo due anni di stop dovuti alla pandemia torna a Napoli "Biodiversità in città", la settima edizione dell'evento promosso dall'associazione Animal day guidata dalla giornalista, ed ex garante dei diritti degli animali, Stella Cervasio.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Kodami
32 condivisioni
Immagine
Animal Day Napoli

Una giornata per discutere della "Biodiversità in città" e creare un network tra istituzioni, cittadini e associazioni per la tutela degli animali. Sono questi gli obiettivi dell'associazione Animal day con l'evento organizzato sabato 11 giugno 2022 al Real Bosco di Capodimonte a Napoli.

«Dopo due anni di pandemia sarà un momento per tirare le fila – dice a Kodami la giornalista e presidente di Animal Day Stella Cervasio – Parleremo di animali e di persone partendo dai volontari che sul territorio continuano a dare incessantemente il loro contributo e dai giovani».

La settima edizione dell'Animal day si aprirà alle ore 11 nella Stufa dei Fiori del Real Bosco di Capodimonte con la premiazione degli studenti dell'ICS Sasso di Torre del Greco, in provincia di Napoli. I ragazzi, per il progetto "365 no botti" sono stati chiamati ad elaborare metodi alternativi per fare festa senza ricorrere ai fuochi d'artificio. «Hanno realizzato dei video molto belli e significativi – racconta Cervasio – e li mostreremo nel corso dell'evento. Ha un particolare significativo che questo incontro avvenga alla Stufa, uno dei posti più belli di Capodimonte, offertoci dal direttore Sylvain Bellenger».

Immagine
La Stufa dei fiori del Real Bosco di Capodimonte

La mattinata proseguirà con il premio "Imma della Valle" che sarà consegnato alle Guardie zoofile che si sono distinte per le campagna di sterilizzazioni e i sequestri. «Il riconoscimento – spiega Cervasio – oltre a celebrare l'impegno delle Guardie zoofile, vuole ricordare la veterinaria Imma Della valle, scomparsa prematuramente a 40 anni che prestava gratuitamente la sua opera a quanti ne avevano bisogno».

Tra gli eventi della mattina c'è anche un momento di riflessione sulla "Biodiversità a Napoli: la fauna selvatica che vive nella nostra città" a cura del divulgatore Rosario Balestrieri che su Kodami è stato la nostra guida nel video servizio che abbiamo dedicato all'importanza della tecnica dell'inanellamento degli uccelli:

«Parleremo di selvatici, ma anche di esotici – chiarisce Cervasio – Per preservare la biodiversità locale bisogna contenere le detenzioni di animali esotici in città. Immancabilmente agli ingressi in famiglia seguono gli abbandoni quando le persone si rendono conto di avere acquistato un essere vivente e non un oggetto».

L'abbandono di animali esotici è un fenomeno dannoso ben visibile anche nella stessa Capodimonte: proprio qui vive un gruppo di tartarughe palustri esotiche. «Non solo nel Bosco di Capodimonte – ricorda Cervasio – anche nel parco cittadino della Villa Floridiana esiste la medesima situazione».

Nel pomeriggio, dalle 16.00 alle 19.00, l'evento si sposterà negli spazi dell'Auditorium del Museo di Capodimonte per degli speech su temi ed attività legate ai diritti degli animali, oltre che alla biodiversità urbana.

L'evento calibra il contributo di esperti, rappresentati delle istituzioni e giornalisti. Saranno proprio gli operatori dell'informazione a inaugurare il ciclo d'interventi con il contributo da remoto di Sabrina Giannini, autrice e conduttrice del programma di Rai3 "Indovina chi viene a cena", e in presenza della direttrice di Kodami Diana Letizia.

Il direttore dell'Asl Napoli 1 Centro, Ciro Verdoliva, affronterà il tema della "Gestione delle emergenze", mentre Laura Mascolo e Nicola Campomorto affronteranno il tema della "Proposta di un nuovo Regolamento comunale per la tutela e i diritti degli animali".

«Il Regolamento comunale non è stato innovato dopo legge regionale n. 3 del 2019 sul benessere degli animali – spiega la giornalista e già Garante dei diritti degli animali di Napoli – Invece è fondamentale parlare dei cani di quartiere e di una reimmissione efficace sul territorio, mentre oggi molte ancora non vanno a buon fine».

Alla riflessione seguirà un momento di gioco con il fumettologo Alessandro Di Nocera in occasione dei 60 anni di Amelia la fattucchiera e del corvo Gennarino.

Immagine
Amelia

«Questa giornata di workshop e incontri serve a creare una rete per fare fronte a uno dei problemi più gravi rispetto alla gestione degli animali a Napoli: le poche adozioni consapevoli – conclude Cervasio – Serve una squadra che agisca per incrementarne il numero e la qualità».

Giornalista per formazione e attivista per indole. Lavoro da sempre nella comunicazione digitale con incursioni nel mondo della carta stampata, dove mi sono occupata regolarmente di salute ambientale e innovazione. Leggo molto, possibilmente all’aria aperta, e appena posso mi cimento in percorsi di trekking nella natura. Nella filosofia di Kodami ho ritrovato i miei valori e un approccio consapevole ma agile ai problemi del mondo.
Sfondo autopromo
Segui Kodami sui canali social
api url views