Siamo abituati a immaginare la regina Elisabetta come una Wonder Woman indistruttibile, determinata a non mollare mai ma purtroppo anche lei deve rassegnarsi all’età che incombe. E questa volta, infatti, i medici sono stati molto severi con le raccomandazioni da seguire per il suo stato di salute.

Elisabetta dovrà limitare al massimo le sue attività, tra le quali, come sappiamo, c’erano le amatissime passeggiate nei giardini di Windsor con i suoi amati cani Corgi. Da adesso in poi, sarà lo staff reale a prendersi cura degli animali domestici di Sua Maestà.

L’amore e la passione della Regina per i cani cominciano molto lontano nel tempo, quando alla festa dei 18 anni le venne regalato il primo Corgi della sua vita che chiamò Susan.

Da quel momento, pur trascorrendo gli anni, l’amore per questa razza non si è mai affievolito e, durante il suo regno, a Windsor hanno vissuto ben 30 royal dog, tra Corgi e Dorgi. Dai diversi racconti è sempre risultato molto chiaramente come i cani non siano mai stati per Elisabetta semplicemente dei "contorni" ma figure fondamentali nella sua vita sempre così organizzata e, sopratutto, solitaria.

Gli ultimi arrivati a Corte le erano stati regalati dal principe Andrew, durante il ricovero del principe Filippo in ospedale, per cercare di aiutarla e distrarla dalle preoccupazioni e dalla malattia del marito. Ma uno dei due cuccioli, Fergus, è morto improvvisamente a soli cinque mesi, lasciando Sua Maestà ad affrontare un nuovo dolore.

Corgi e Dorgi sono molto simili, ma sono due razze diverse. Il Dorgi, infatti, è un Corgi gallese incrociato con un Bassotto Tedesco. I primi cani della regina Elisabetta erano tutti di razza Corgi. I Dorgi sono arrivati in un secondo momento, quando uno dei cani della sovrana si accoppiò con un Bassotto che viveva con la principessa Margaret.

I Corgi Pembroke sono di origine gallese e anche se in molti pensano che sia un cane da caccia nasce, invece, come cane da pastore. Sono di piccola taglia, bassi, robusti, con il corpo allungato e gli arti corti. La testa è molto simile quella di volpe e le orecchie a punta sono erette. Il pelo è fitto di media lunghezza, i colori ammessi sono rosso, sabbia, fulvo, nero focato o con bianco su zampe.

I Dorgi hanno il pelo corto e una varietà di colori che vanno dall'oro al marrone al nero. Anche la loro costituzione fisica ha la colonna vertebrale molto allungata e schiacciata, fattore che porta spesso problemi di salute, il più tipico dei quali è la displasia all’anca.