Simone Guerrieri, fondatore dei Pirati della Plastica, un gruppo di volontari che opera prettamente sul litorale livornese alla caccia della plastica che finisce o che viene buttata in mare, era in mare quando ha visto un tappo di plastica con una bottiglia attaccata sbucare tra gli scogli e dentro un piccolo polpo incastrato.

L’animale era entrato all’interno della bottiglia e non riusciva più ad uscire. Simone ha così recuperato la bottiglia e liberato l’animale. «Con questo video – commenta Simone – vorrei sensibilizzare tutte le persone, sia chi lascia i rifiuti a terra o in mare sia chi come me pratica la pesca subacquea. Vorrei chiedere a tutti una maggiore attenzione nel gettare la plastica in mare perché poi accadono queste cose»

Fonte | I pirati della plastica

La vera storia del polpo che cammina sui fondali oceanici

Il polpo Dumbo, l'animale abissale che sembra un cartone animato