Leonid e Valentina Stoyanov sono due giovani veterinari di Odessa, una delle città dove il conflitto tra Russia e Ucraina si sta consumando sotto le bombe. Qui molti animali sono in pericolo e non hanno più nessuno che si prenda cura di loro. Anziché fuggire, Leonid e Valentina hanno fatto la coraggiosa scelta di restare per dare una possibilità a tutte quelle creature che hanno bisogno di un rifugio sicuro perché le loro famiglie sono dovute scappare all’estero o perché i loro umani si sono arruolati. Accogliendoli nella clinica veterinaria che hanno creato insieme alla loro fondazione stanno salvando la vita di dozzine di animali di specie diverse rimasti in città, ma stanno anche aiutando i rifugi locali a trovare le provviste che occorrono. Così facendo offrono agli ucraini in fuga il conforto di sapere che almeno i loro animali stanno bene ed è per questo che stanno chiedendo alle persone di non abbandonarli e di portarli da loro

La loro missione è da sempre quella di difendere e preservare l’intero regno animale, infatti sono specializzati nel trattamento di animali esotici e selvatici di varie specie e per molti anni hanno viaggiato in giro per il mondo per prendersi cura di loro e studiarli. Attraverso i social sono riusciti a dare vita a una community di oltre 2 milioni di persone con cui condividono le loro esperienze e la profonda curiosità per la vita di ogni specie, perciò il loro obiettivo è ispirare la gente e creare una voce globale in favore del regno animale così che tutti possano imparare ad amare tutte le creature che li circondano e ad accettare e rispettare ciascuna di esse per come è fatta, così come si evince chiaramente dalle loro parole: «Consideriamo un nostro dovere quello di essere un ponte tra persone e animali che può diventare la base per la conservazione del mondo animale».

La loro scelta di vita nasce dalla voglia di fare qualcosa di diverso e fuori dal comune ma ben presto è diventata l’esigenza di aiutare gli animali che pochi o nessuno volevano aiutare. E adesso che la guerra ha reso indifesi gli animali domestici che vivono a Odessa, Leonid e Valentina hanno deciso di mettere a rischio le loro vite per salvarli, come per anni hanno fatto con i leoni, i serpenti, e gli altri animali a cui nessuno dava assistenza. Perché per loro tra selvatico e domestico, esotico e autoctono non c’è alcuna differenza e se fino a poco fa hanno dovuto lasciare la loro casa per proteggerli adesso hanno scelto di rimanerci per difendere chi ne ha più bisogno.