23 Febbraio 2022
10:22

Un lupo vicino a un centro commerciale a Reggio Emilia: le immagini diffuse dai carabinieri

Una pattuglia dei Carabinieri ha avvistato un lupo nei pressi del centro commerciale Vittoria, in provincia di Reggio Emilia, in una zona abitata e urbanizzata, e lo ha spinto verso le campagne.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Kodami
2.866 condivisioni
Immagine

Un lupo a pochi metri dall'ingresso di un centro commerciale. Succede a Castellarano, in provincia di Reggio Emilia, e l'avvistamento è stato documentato dalla pattuglia dei carabinieri che lo ha incrociato e, inseguendolo, lo ha spinto nuovamente verso le colline.

Le immagini sono state diffuse dagli stessi carabinieri. Il lupo è stato avvistato in una zona decisamente urbanizzata, circondata però dalle colline emiliane e a meno di 5 km dal Parco dei Popoli, area in cui la presenza di questi animali è accertata ormai da anni. Diversi branchi di lupi vivono infatti in modo stanziale nelle zone più collinari e sulle montagne della provincia di Reggio Emilia, e in alcuni periodi i maschi più giovani tendono ad allontanarsi in cerca di un altro territorio in cui creare una nuova famiglia. Proprio in questi periodi di “dispersione” i lupi si allontanano anche di svariate decine di chilometri dall’area in precedenza stanziale, e può capitare di incontrarne uno.

La presenza dell’animale in un’area così urbanizzata però continua a stupire, anche se avvistamenti di questo genere sono sempre più frequenti e spesso, purtroppo, culminano nel modo peggiore: con l’investimento di questi predatori così braccati in passato, arrivati a un passo dall’estinzione e oggi nuovamente presenti in Italia, osteggiati in alcune Regioni proprio per il loro ritorno. A Kodami Paola Fazzi, biologa ed esperta di lupi, aveva spiegato che i lupi hanno allargato notevolmente il loro areale, e sono ormai presenti nella stragrande maggioranza del territorio italiano in maniera quasi omogenea, dalle montagne alle zone a livello del mare, dalle periferie dei centri urbani alle spiagge.

L'esperta: «I lupi ci sono anche se li non li vediamo»

«Anche se sono animali elusivi non facili da incontrare, questi eventi non dovrebbero più fare notizia – ha sottolineato Fazzi I lupi ci sono anche se non li vediamo, e questi avvistamenti non dipendono dalla troppa neve o da particolari condizioni atmosferiche. Ci sono ormai video in ogni stagione e ad ogni livello di urbanizzazione».

Il che significa che va necessariamente cambiato il modo di pensare e concepire il rapporto con questi selvatici, notoriamente elusivi e che rifuggono il contatto e la vicinanza con l'uomo ma spesso obbligati a subirli per cause di forza maggiore. Una strategia rilanciata da molti esperti, Fazzi compresa, è quella di investire sulla prevenzione, finanziando recinzioni e altri sistemi di contenimento per tenere gli animali nel loro habitat, quanto più possibile lontani dai centri urbani e anche dagli allevamenti.

Il lupo di Castellarano, con l’auto dei carabinieri alle calcagna, dopo avere percorso un tratto della strada che costeggia il parcheggio del centro commerciale si è diretto verso i campi, disperdendosi sulle colline in direzione del paese di San Valentino. I carabinieri dal canto loro, anche alla luce del fatto che si tratta di una specie protetta ormai dal 1971, hanno informato dell’avvistamento i colleghi forestali per consentire loro di monitorare il territorio.

Le regole generali, in caso di incontro in auto con un animale selvatico, è quella di rallentare e, se le condizioni di sicurezza lo permettono, di provare ad accostare, abbassare luci e abbaglianti e permettere agli animali, in tutta calma, di potersi orientare e allontanare senza provocare loro stress o paura. Nel caso di Castellarano, però, i carabinieri hanno evidentemente deciso di allontanare il prima possibile il lupo da una zona abitata, cercando di “scortarlo” per evitare che potesse incappare in altre auto.

Avatar utente
Andrea Barsanti
Giornalista
Sono nata in Liguria nel 1984, da qualche anno vivo a Roma. Giornalista dal 2012, grazie a Kodami l'amore per gli animali è diventato un lavoro attraverso cui provo a fare la differenza. A ricordarmelo anche Supplì, il gatto con cui condivido la vita. Nel tempo libero tanti libri, qualche viaggio e una continua scoperta di ciò che mi circonda.
Sfondo autopromo
Segui Kodami sui canali social
api url views