video suggerito
video suggerito
10 Luglio 2024
15:03

Questi sono i punti dove bagnare il cane quando fa caldo

Per rinfrescare il cane nelle giornate estive più calde, puoi bagnarlo con acqua fresca (ma non ghiacciata) su tutto il corpo, ma meglio in alcuni precisi punti.

698 condivisioni
Immagine

Quando le temperature iniziano ad alzarsi molto e fa davvero tanto caldo, i cani possono soffrire parecchio e rischiare persino un colpo di calore. Proprio come noi umani mal tolleriamo le alte temperature, anche i nostri amici a quattro zampe possono patire il caldo afoso estivo. Ma cosa possiamo fare? Oltre a evitare di portarli fuori durante le ore più calde della giornata, possiamo anche aiutarli bagnandoli con acqua fresca in alcuni punti precisi.

Proprio come noi umani usiamo bagnarci polsi e testa, anche i cani hanno delle zone preferenziali dove è possibile rinfrescarli, come per esempio la nuca e l'interno degli arti.

Quali sono i punti in cui bagnare i cani quando fa caldo

Possiamo in realtà rinfrescare il cane bagnandolo su tutto il corpo, ma ci sono comunque alcune zone particolarmente efficaci per offrirgli sollievo dalla calura estiva. I punti preferenziali dove è preferibile rinfrescare il nostro amico, sono soprattutto dietro la nuca, all'interno delle cosce e tra le ascelle. Bagnare il cane dietro la nuca è particolarmente efficace perché questa zona presenta una buona circolazione sanguigna vicina alla superficie della pelle.

Applicare dell'acqua fresca in quest'area può dare un immediato sollievo al cane. Anche l'interno coscia è una zona cruciale. Qui la pelle è più sottile e l'acqua fresca può aiutare a ridurre la temperatura corporea. Infine, le ascelle, un altro punto chiave dove l'applicazione di acqua fresca può essere molto efficace. In queste zone del corpo, tra l'altro, l'attrito può peggiorare la situazione quando molto caldo.

Come bagnare il cane quando fa caldo

Quando la giornata è davvero molto calda per noi allora lo è anche per il nostro cane. Se poi lo vediamo ansimare molto, allora molto probabilmente è momento giusto per rinfrescarlo. Per farlo, è però importante utilizzare acqua fresca, ma mai ghiacciata, per evitare il rischio di uno shock termico. Possiamo usare anche un panno morbido o un asciugamano bagnati. In alternativa, possiamo usare anche un nebulizzatore, uno spruzzino oppure una spugna.

L'importante è che l'acqua non sia troppo fredda. Bagniamo il nostro amico partendo dalle zone più critiche: dietro la nuca, l'interno coscia e tra le ascelle, assicurandoti che l'acqua raggiunga bene la pelle e non si limiti a bagnare solo il pelo. Meglio evitare che l'acqua entri nelle orecchie del cane per prevenire infezioni  e, se necessario e lui sembra gioirne, bagniamo anche il resto del corpo.

Le informazioni fornite su www.kodami.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra il paziente ed il proprio veterinario.
Avatar utente
Salvatore Ferraro
Redattore
Naturalista e ornitologo di formazione, sin da bambino, prima ancora di imparare a leggere e scrivere, il mio più grande sogno è sempre stato quello di conoscere tutto sugli animali e il loro comportamento. Col tempo mi sono specializzato nello studio degli uccelli sul campo e, parallelamente, nell'educazione ambientale. Alla base del mio interesse per le scienze naturali, oltre a una profonda e sincera vocazione, c'è la voglia di mettere a disposizione quello che ho imparato, provando a comunicare e a trasmettere i valori in cui credo e per i quali combatto ogni giorno: la conservazione della natura e la salvaguardia del nostro Pianeta e di chiunque vi abiti.
Sfondo autopromo
Segui Kodami sui canali social
api url views