Cinque cuccioli sono stati abbandonati in piena zona industriale. Se non fosse stato per i turisti che si trovavano in quell'area e che hanno lanciato l’allarme sarebbero potuti morire di stenti. Ma la macchina dei soccorsi li ha salvati e oggi cercano una casa. È quanto accaduto sabato scorso nella piccola frazione di Montanelli, nel Comune di Palaia, in Provincia di Pisa.

I carabinieri, intervenuti sul posto, hanno subito contattato un’associazione animalista che ha portato i cagnolini nel canile di Lajatico. Il sindaco, Marco Gherardini, tuona a Kodami: «È stato un gesto incivile da condannare. C’è stata la chiara volontà di creare un danno agli animali che sicuramente non sarebbero sopravvissuti senza quell’avvistamento».

La situazione è diventata più critica in questi mesi, acuita forse dalla pandemia che ha spinto molte persone a privarsi dei propri amici animali. «In tutto il territorio della Provincia di Pisa registriamo in questi mesi, anche grazie alle segnalazioni dei volontari, un aumento degli abbandoni, specie cani e gatti. L’aumento è di circa il 50% – prosegue il Primo cittadino che è anche delegato del Benessere animale dell’Unione dei Comuni della Valdera – Se ci sono persone che hanno difficoltà a tenerli in casa contattino subito le loro amministrazioni locali di riferimento o le associazioni ambientaliste. È necessario affrontare queste difficoltà anche perché l’abbandono, oltre a essere un reato, è un atto incivile che respingiamo».

Gherardini spiega che il Comune di Palaia in questi anni ha prestato una particolare attenzione sul mondo animale. Infatti, se nel 2014 erano presenti 30 cani nel canile convenzionato di Laiatico, ora si è arrivati ad averne solo uno. La ricetta per ottenere questi risultati è passata anche attraverso una forte collaborazione con le associazioni di volontariato. Una rete che ha fatto bene alla qualità della vita degli animali e che ha portato effetti sugli ospiti del canile. «È questa la direzione sulla quale continuare a lavorare, anche grazie a una campagna per le adozioni e a percorsi con le scuole», ha aggiunto il primo cittadino. Tra i servizi che vengono offerti a cittadini di Palaia, anche quello dell'ambulanza veterinaria che permette di intervenire in caso di urgenza.

Tilde e i cani da caccia abbandonati perché "inutili"