12 Febbraio 2024
16:08

Ogni giorno la gatta Luna accompagna i suoi piccoli umani a scuola

La gatta Luna segue la sua famiglia ovunque e da quando i bambini che vivono con lei sono tornati a scuola, ha iniziato ad accompagnarli anche lì.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Kodami
2.161 condivisioni

Immagine

Luna è stata adottata a Settembre del 2019 da una donna in Virginia. La gattina è molto legata alla sua famiglia e li segue ovunque, ma davvero ovunque.

«Adora fare passeggiate con noi – racconta Heather, la pet mate di Luna – Ci segue sempre, anche se andiamo dall'altra parte della strada. Mi piace pensare che sia per assicurarsi che stiamo bene e che torniamo sempre a casa».

Dopo la pandemia, i bambini che convivono con Luna sono tornati a frequentare la scuola in presenza, e lei ha iniziato ad accompagnarli a scuola. La scuola è molto vicina a casa, quindi è una passeggiata molto breve e tutti al suo ingresso ormai la riconoscono e adorano vederla lì. Non è mai stato un problema, finché Luna non ha deciso che non le bastava solo accompagnarli fuori ma voleva anche frequentare le lezioni con loro.

Dal bagno alla camera da letto, dal soggiorno alla cucina, dal terrazzo al ripostiglio: molti gatti hanno sviluppato l’abitudine di seguire i loro pet mate ovunque si spostino, in giro per casa, smentendo la convinzione secondo cui questi animali sono estremamente indipendenti.

Uno dei motivi principali che spinge i gatti a seguire i loro umani è il desiderio di stare loro vicini e condividere lo spazio. Un gatto equilibrato è un gatto perfettamente in grado di dosare i momenti di socievolezza e quelli in cui si rifugia in qualche angolino tranquillo per stare per conto suo e dedicarsi a se stesso.

Immagine

Luna ha iniziato a cercare di intrufolarsi nella scuola ma tutti sanno chi è, quindi il suo piano è andato velocemente in fumo quando la scuola ha chiamato la sua umana per venirla a riprendere.

«Quando ho ricevuto la chiamata dalla segreteria pensavo che uno dei miei figli si fosse ferito o fosse malato – ha raccontato l'umana di Luna – poi mi hanno detto che il gatto cercava di entrare in classe. Mi sono scusata e la sono andata a prendere. Apprezzo il fatto che chi quando mi hanno chiamato ridevano e mi hanno detto che Luna era molto dolce e che non era un problema il fatto che fosse lì ma che non poteva entrare in aula».

«Quando sono arrivata ho gridato il suo nome e lei è venuta via subito correndo, miagolando felicemente per l'eccitazione mentre saltellava sull'erba verso di me».

Immagine

Non appena i bambini sono rientrati da scuola, la mamma gli ha raccontato l'avventura di Luna: «Mio figlio ha riso dicendo che sarebbe stato molto bello avere Luna con sé in classe».

Immagine

Ma per la gatta c'è ancora speranza, perché non c'è dubbio che Luna proverà a intrufolarsi di nuovo in classe un giorno, e prima o poi magari ci riuscirà davvero.

Sfondo autopromo
Segui Kodami sui canali social