©Mark O’Hara et al, Wild Goffin’s cockatoos flexibly manufacture and use tool sets, Current Biology (2021)
in foto: ©Mark O’Hara et al, Wild Goffin’s cockatoos flexibly manufacture and use tool sets, Current Biology (2021)

Utilizzare diversi strumenti per raggiungere un solo obiettivo non è cosa facile, ma al contrario, richiede una comprensione dei nessi casuali tra le parti di un oggetto e anche un ottimo controllo motorio. Sino ad ora le osservazioni riguardo questo complesso comportamento hanno riguardato solo l'uomo e i primati non umani, come scimpanzé (Pan troglodytes) e oranghi (Pongo sp.). Una nuova ricerca però, pubblicata recentemente su Current Biology aggiunge una specie insolita a questa lista: il cacatua delle Tanimbar (Cacatua goffiniana), un pappagallo endemico delle isole Tanimbar, in Indonesia, che, come altri pappagalli, presenta una socialità complessa, lunghe cure parentali, e un cervello ben sviluppato.

Nonostante non sia dotato di mani prensili, ma di zampe composte da quattro dita adattate per la presa sugli alberi e di un becco affilato, i ricercatori hanno scoperto che alcuni individui di questa specie producono e utilizzano almeno tre tipi di strumenti, diversi per dimensione e funzione, per aprire e raggiungere il seme del frutto tropicale Wawai (Cerbera manghas), anche conosciuto come mango di mare.

Lo studio: i cacatua delle Tanimbar producono strumenti per aprire i frutti Wawai

Modalità di fabbricazione e dimensioni dei tre tipi di strumenti ©Mark O’Hara et al, Wild Goffin’s cockatoos flexibly manufacture and use tool sets, Current Biology (2021)
in foto: Modalità di fabbricazione e dimensioni dei tre tipi di strumenti ©Mark O’Hara et al, Wild Goffin’s cockatoos flexibly manufacture and use tool sets, Current Biology (2021)

I ricercatori hanno voluto verificare la presenza di questo comportamento in animali non allevati in cattività, ma in ambiente naturale, dopo averlo osservato casualmente in questo contesto. Hanno quindi catturato 15 individui di cacatua delle Tanimbar e li hanno posti temporaneamente in una grande voliera all'aperto, per poterli studiare più facilmente, dalla quale sono stati successivamente rilasciati. Per identificarli, hanno inserito sulle zampe di ciascun individuo un anello di metallo. Hanno quindi somministrato i frutti Wawai agli esemplari, costituiti da un pericarpo polposo e un endocarpo legnoso dotato di una fessura, che è necessario aprire per poter raggiungere il seme all'interno.

Anatomia del frutto Wawai. Da sinistra a destra: (I) Pericarpo polposo (III) Endocarpo legnoso (VII) Seme ©Mark O’Hara et al, Wild Goffin’s cockatoos flexibly manufacture and use tool sets, Current Biology (2021)
in foto: Anatomia del frutto Wawai. Da sinistra a destra: (I) Pericarpo polposo (III) Endocarpo legnoso (VII) Seme ©Mark O’Hara et al, Wild Goffin’s cockatoos flexibly manufacture and use tool sets, Current Biology (2021)

Due sono riusciti ad arrivare all'ambito seme costruendo ben tre tipologie diverse di strumenti. Prima di tutto, il pappagallo "fabbro" ha preso e mantenuto il frutto con il piede sinistro, facendo quindi leva sul piede destro per mantenere l'equilibrio, e ha rimosso la parte polposa morsicandola più volte fino all'esposizione dell'endocarpo legnoso che custodisce il seme. A questo punto ha staccato un pezzo di ramo e l'ha portato al becco, ruotandolo con la lingua e eliminando la corteccia, e l'ha inserito nella fessura dell'endocarpo per allargarla. Lo strumento, più robusto rispetto a quelli successivi, sembrava fungere da cuneo. Successivamente ha inserito il becco nella fessura tentando di aprirla e ha staccato un frammento sottile di ramo, modificandolo sempre con la lingua e lasciando cadere la corteccia, inserendolo  nella fessura attuando dei movimenti verticali. Infine ha prodotto un terzo strumento, staccando un frammento di ramo di media grandezza, e attraverso dei movimenti orizzontali, è riuscito a estrarre il seme. Davvero incredibile, no?

Fabbricazione e comportamento di utilizzo di tre tipi di utensili da parte dei cacatua
delle Tanimbar (Cacatua goffiniana) ©Mark O'Hara et al, Wild Goffin's cockatoos
flexibly manufacture and use tool sets, Current Biology (2021)

Infine, i ricercatori hanno scoperto che solo due individui, i membri più anziani, lo facevano. Gli altri, più giovani, hanno mangiato il frutto senza aprire l'endocarpo, dimostrando quindi che è un comportamento acquisito nell'ambiente naturale e non presente a livello di specie. La rarità del comportamento mostra inoltre che questa abilità potrebbe essere un risultato ottenuto dall'opportunità e l'innovazione.

Non solo primati, anche i cacatua utilizzano diversi strumenti per un solo compito

Questa ricerca rappresenta uno degli esempi più complessi di utilizzo di un set di strumenti in una specie non dotata di mani. L'azione infatti richiede grande flessibilità e precisione, e anche la conoscenza delle relazioni sequenziali tra gli oggetti, ossia l'utilizzo di diversi strumenti in passaggi consecutivi. I ricercatori suggeriscono che queste osservazioni mostrano dei parallelismi con gli scimpanzé selvatici che utilizzano da due a cinque tipi di strumenti diversi per accedere ai nidi di api o termiti, perforando prima il nido per poi accedere alla risorsa all'interno. In questo caso, i tipi di strumenti raccolti e poi analizzati dai ricercatori sono stati di tre tipi: robusti, che fungevano da cuneo, medi, per estrarre il seme e utilizzati dopo gli strumenti fini, e sottili per aiutare l'estrazione.

 

©Mark O'Hara et al, Wild Goffin's cockatoos
flexibly manufacture and use tool sets, Current Biology (2021)

Questi ultimi inoltre, così come i medi, venivano prodotti staccando un piccolo frammento di legno e modificandolo con il becco, mentre quelli robusti tagliando il rame dalla base. L'ordine di utilizzo poteva variare rispetto alla difficoltà di estrazione. Questa complessa abilità dimostra infine che l'utilizzo di un set di strumenti è il frutto di un'evoluzione convergente in diversi gruppi animali, anche lontanamente imparentati. Ulteriori ricerche potranno concentrarsi su quanto il frutto Wawai sia importante nella dieta dei cacatua delle Tanimbar e sull'influenza della cattività temporanea sulla propensione dell'utilizzo flessibile degli strumenti.

Il video del cacatua rosa che si avvicina al compagno senza vita: gli uccelli comprendono la morte?

Anche dai cassonetti dei rifiuti può emergere la cultura, uno studio sul cacatua ciuffogiallo