6 Dicembre 2023
16:40

Miagolio del gatto: come interpretarlo e quante tipologie di versi ci sono

Il miagolio è il verso del gatto ed è uno dei vocalizzi che usa con maggior frequenza. Può avere diversi significati, ad esempio può essere una richiesta d'aiuto, una minaccia o un segno di vicinanza e condivisione. Vediamo cosa vuole comunicarci il gatto che miagola e come interpretarlo nel modo giusto.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Kodami
1 condivisione
Membro del comitato scientifico di Kodami
Immagine

I gatti comunicano tra loro principalmente tramite il linguaggio del corpo, il tatto e le espressioni facciali. Tuttavia, il miagolio è un metodo di comunicazione speciale che hanno sviluppato per interagire con noi esseri umani. Talvolta, il gatto miagola quando vede il suo pet-mate o addirittura senza un apparente motivo. Nel gatto selvatico, il miagolio tra adulti è raro e usato solo tra madre e piccolo o durante i duelli vocali. Invece, il gatto domestico miagola spesso, soprattutto per comunicare con le persone. Questo ha attirato molto l'interesse degli scienziati, anche se ci sono ancora molte cose da scoprire su questo comportamento.

Il significato del miagolio del gatto

I gatti, sin da piccoli, sfruttano un vasto repertorio di miagolii per attirare l'attenzione della madre e, probabilmente, la domesticazione non ha fatto altro che estenderlo all'interazione con l'uomo.
Le persone di solito non riescono a capire bene il significato dei miagolii di un gatto che non conoscono, diversamente da come capiscono i cani. Ma chi vive con un gatto impara a capire meglio i suoi miagolii. Questo succede perché i gatti usano anche altri segnali, come strofinarsi o guardare qualcosa, per comunicare con chi sta con loro tutti i giorni.

Il miagolio è rituale

Nel corso della convivenza e di interazioni ripetute, pet mate e gatto arrivano a sviluppare un vero e proprio sistema di differenti miagolii con significati ben chiari ad entrambe le parti, tanto che si può parlare di una vera e propria ritualizzazione nella comunicazione.

Non solo. I gatti imparano a miagolare in modi diversi con persone diverse. Cambiano il loro miagolio in base a come le persone reagiscono. Così, possono miagolare in un modo con una persona della famiglia e in un altro modo con un'altra.

Si pensa che tutta questa varietà sia anche un adattamento che i gatti hanno sviluppato nel convivere con la nostra specie, molto più abile e più sensibile dei gatti nel differenziare i suoni. Come dire, se comunico con chi comprende un ampio vocabolario, posso usare più “parole” per farmi capire.

Tipi di miagolio

Miagolio breve e acuto

I gatti domestici fanno suoni più brevi e acuti rispetto ai gatti selvatici o semi-selvatici. Si pensa che abbiano imparato a fare questi suoni perché piacciono di più alle persone o perché le persone ci fanno più caso. Questi suoni sono simili al pianto che i neonati umani usano per attirare l'attenzione della loro madre.

I miagolii di vicinanza e condivisione

A volte, i gatti miagolano solo per avere attenzione, non perché vogliono cibo o carezze. Questo succede perché a volte ai gatti basta solo un po' di attenzione, come uno sguardo o una parola, per sentirsi notati e vicini a noi. Questo può già essere sufficiente nello scatenare in loro una soddisfazione entusiasta che manifestano con strusciatine e fusa di piacere. Ancora una volta, queste manifestazioni non sono da leggersi necessariamente come richiesta di contatto fisico quanto come un “grazie” per la condivisione che stiamo offrendo loro.

I miagolii di richiesta d'aiuto

Altre volte, le richieste di attenzione sono motivate da concrete necessità di intervento, come quelle che si consumano davanti porte-finestre che garantiscono l'uscita o con una pancia che borbotta per la fame. Ma, come detto, in questi casi è molto probabile che il gatto dia anche altri indizi in grado di suggerirci qual è il bisogno contingente, come posizionarsi davanti le soglie o attirarci verso la zona dove abitualmente mangia.

I miagolii di richiamo della gatta che partorisce

Curiosamente, le femmine hanno sviluppato anche la capacità di miagolare per richiedere la presenza del pet mate durante il parto. Anche questo è probabilmente un adattamento legato alla domesticazione: le gatte domestiche che vivono allo stato libero condividono volentieri il nido con altre femmine imparentate, le quali possono aiutare la partoriente durante il parto, ad esempio liberando i piccoli dagli invogli fetali. Probabilmente, in assenza di zie, sorelle, mamme o nipoti, il pet mate funge quanto meno da supporto emotivo per le gatte più insicure che non vogliono affrontare un evento così impegnativo in solitudine.

Miagolii come richiami sessuali

Quando i gatti cercano un partner per accoppiarsi, miagolano in un modo speciale. Questo tipo di miagolio, fatto sia dai maschi che dalle femmine, serve a comunicare con altri gatti per trovare un partner e non è rivolto ad esseri umani.

Miagolii minacciosi

Infine, il miagolio può assumere un significato di minaccia quando venga prodotto a bocca aperta che, gradualmente, si chiude. Di solito, questo tipo di vocalizzazione è accompagnata anche da uno sguardo fisso diretto verso qualcuno o qualcosa che il gatto intende allontanare ed è riconoscibile perché meno “squillante” ma più gutturale di un miagolio accogliente.

Avatar utente
Sonia Campa
Consulente per la relazione uomo-gatto
Sono diplomata al Master in Etologia degli Animali d'Affezione dell'Università di Pisa, educatrice ed istruttrice cinofila formata in SIUA. Lavoro come consulente della relazione uomo-gatto e uomo-cane con un approccio relazionale e sono autrice del libro "L'insostenibile tenerezza del gatto".
Sfondo autopromo
Segui Kodami sui canali social
api url views