3 Luglio 2023
9:39

L’orsa Bambina entra a Roccaraso e viene inseguita da un’auto

Un'orsa insieme al suo piccolo è entrata nel territorio del Comune di Roccaraso, in provincia dell'Aquila, dove è stata inseguita da auto. Il Comune ha ripubblicato un'ordinanza che vieta di inseguire gli orsi e di avvicinarsi a meno di 300 metri.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Kodami
1.489 condivisioni
orso marsicano
Con appena una sessantina di esemplari, l’orso bruno marsicano è tra gli animali a maggior rischio estinzione

Un'orsa insieme al suo piccolo è entrata nel territorio del Comune di Roccaraso, in provincia dell'Aquila, dove è stata inseguita da auto. I filmati sono stati pubblicati e diffusi in Rete.

Nelle immagini si vede l'orsa, poi identificata con la femmina Bambina, mentre scappa insieme al suo cucciolo dall'auto che li insegue. La corsa continua fino a quando l'animale non si rifugia sul muretto di un condominio, anche l'automobilista si ferma lì senza mai smettere di filmare. Bambina si guarda intorno, non sa cosa fare, per lei è una situazione nuova e molto stressante dato che si trova con il suo piccolo. Alla fine torna indietro, anche la ripresa, almeno quella posta sui social, si interrompe.

Non è la prima volta che l'orsa Bambina entra nei centri abitati. Il suo monitoraggio attraverso radiocollare è iniziato nel 2019 a seguito di alcune incursioni nel piccolo centro di Barrea, anche durante il giorno. Negli anni seguenti le sue sortite in città di piccole o medie dimensioni dell'Abruzzo sono continuate, ma condensate nelle ore notturne.

Nell'ultimo Rapporto Orso, realizzato dal Parco nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise, si spiega che Bambina «continua a non manifestare alcun comportamento confidente. Tuttavia, è presumibile che continui a frequentare con discreta intensità zone urbanizzate e strade». Come è tornato recentemente a ribadire il Parco nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise, «il benessere dell'animale viene prima della curiosità di avvistarlo», e per evitare che Bambina diventi confidente, così come il suo cucciolo, è bene mantenersi a distanza in caso di avvistamento.

Un orso diventa confidente quando perde l'innata ritrosia nei confronti dell'essere umano. Il marsicano è una sottospecie di orso bruno dall'indole meno aggressiva rispetto al corrispettivo europeo, tuttavia si tratta di animali selvatici che possono pesare oltre 200 kg, e raggiungere i 50 km orari, per questo l'eccessiva vicinanza alla nostra specie rappresenta un grave rischio sia per noi che per loro.

Quando un orso diventa eccessivamente confidente e problematico, infatti, può essere rimosso dal territorio. Questo rappresenta un problema in relazione alla sopravvivenza degli orsi marsicani, la popolazione più rara al mondo di cui si contano circa 60 individui.

Anche il Comune di Roccaraso è tornato a ribadire il divieto di avvicinarsi a questi animali attraverso un'ordinanza firmata dal sindaco Francesco Di Donato. Il documento ricorda il «divieto di avvicinarsi a esemplari di Orso bruno marsicano a piedi, in auto e con qualunque mezzo a distanze inferiori a 300 metri».

L'ordinanza sottolinea poi «divieto di alimentare l’esemplare di Orso bruno marsicano in qualsiasi modo, anche rendendo disponibili fonti trofiche destinate a specie animali domestiche;il divieto di ostacolare il lavoro delle squadre deputate alla dissuasione;il divieto di lasciare all’aperto e in luogo accessibile i cassonetti dell’umido, fino a nuove disposizioni».

Giornalista per formazione e attivista per indole. Lavoro da sempre nella comunicazione digitale con incursioni nel mondo della carta stampata, dove mi sono occupata regolarmente di salute ambientale e innovazione. Leggo molto, possibilmente all’aria aperta, e appena posso mi cimento in percorsi di trekking nella natura. Nella filosofia di Kodami ho ritrovato i miei valori e un approccio consapevole ma agile ai problemi del mondo.
Sfondo autopromo
Segui Kodami sui canali social
api url views