Jackson, è un bellissimo gatto dagli occhioni azzurri. Eppure dopo due anni di adozione, la sua famiglia, che lo aveva preso quando era appena un cucciolo lo ha abbandonato e restituito all'associazione, rinunciandoci. Il motivo? «Morde». Per via del suo passato, e di una probabile errata gestione, Jackson non ha imparato a gestire correttamente le relazioni con gli umani così questo è diventato il suo modo di reagire. Le volontarie dell'associazione Fuori di Coda che lo hanno in stallo si sono rivolte ad una veterinaria comportamentalista in modo da avere ogni informazione utile alla sua adozione.

Come ha scritto su Kodami la nostra esperta di relazione uomo-gatto, Sonia Campa, bisogna prestare attenzione alla comunicazione dei nostri compagni di vita che esprimono chiaramente, se ci si mette in osservazione, i loro stati d'animo. Ad esempio, capire perché un gatto soffia è un elemento importante per conoscere davvero il comportamento del felino. «La comunicazione vocale nel gatto si esprime attraverso una vasta gamma di vocalizzazioni di cui il soffio è un'espressione molto scenografica. I ricercatori sono d'accordo nel considerare il soffio come un segnale difensivo. Il gatto che lo esprime, sostanzialmente, cerca di mettere in evidenza i denti come “armi” pronte all'uso durante uno scontro, cerca di impressionare l'avversario e gli sta dicendo “stammi a distanza, non ti avvicinare perché sono ben dotato”. È un segnale che può essere diretto agli esseri umani, ad altri gatti ma anche ad altri animali».

Non solo soffio e miagolio, inoltre, sono le "parole" del gatto: i mici hanno un vasto repertorio di suoni e vocalizzi, collegati ad un’altrettanto ampia gamma di emozioni e di intenzioni. Fusa, trilli, ululati e soffi sono solo alcuni di questi ed è importante interpretarli nel modo giusto.

La specialista ha detto che ha poco autocontrollo e presenta un confine molto labile tra coccole, gioco e fastidio. Ciò significa che può infastidirsi improvvisamente e apparentemente senza motivo. Questo problema è risolvibile con le giuste attenzioni e speriamo che Jackson trovi presto una famiglia che lo ami e accetti così com'è.

Fonte | Fuori di Coda

Il soffio: ecco come il gatto chiede distanza