«Avremmo preferito finire sui giornali per altri motivi». Comincia così il post su Facebook dell’Associazione Felix Livorno la cui sede è stata totalmente devastata. Gatti scappati o spaventati e disorientati, tutto sottosopra con i mobili distrutti, gli armadi e i cassetti aperti buttati a terra, carte e libri sparpagliati in mezzo alla stanza.

È questa immagine che le operatrici della Onlus, si sono ritrovate davanti arrivando al rifugio nella giornata di domenica 14 marzo. «Siamo rimaste abbastanza sconvolte – racconta Gabriella a Kodami – Tanto che invece di fare immediatamente la denuncia, ci siamo subito messe a ripulire e a mettere in ordine. Pensavamo di poter poter sfruttare le immagini della telecamera, ma i vandali, hanno rubato l'hard disk con le immagini delle registrazioni».

I motivi di questo raid, restano incomprensibili: «Nella struttura non ci sono soldi o oggetti di valore – continua Gabriella –  Nel gattile ci sono soltanto medicine per gli animali, cibo e coperte che peraltro non sono stati toccati e non si capisce davvero che cosa pensassero di trovare».

Intanto i gatti sono stati tutti ritrovati e riportati a casa, fortunatamente: «C'è voluto del tempo per ritornare alla routine. Si sono molto spaventati, chiaramente, ma a distanza di una settimana, diciamo che la situazione è tornata quasi alla normalità. La cosa importante è che i vandali non abbiano aperto le gabbie dove si trovano i gatti in degenza, quello sarebbe stato davvero grave. Alcuni pensano che l'accaduto possa avere legami con alcuni spregi avvenuti in questi giorni in città, come per esempio i bocconi avvelenati lasciati in piazza Maria Lavagna. Ma noi non crediamo che si sia trattato di un gesto di ostilità nei confronti della colonia felina. I gatti non sono stati toccati, del resto. I nostri rapporti di vicinato sono ottimi, i felini non disturbano. Insomma, tutto fa pensare che sia stato un semplice caso di furto mal riuscito».