È in isolamento da una settimana perché è risultata positiva alla Covid, è sola a casa, lontana dal marito e da tutti gli altri suoi animali, ha 20 cani e diversi cavalli che immortala spesso sui suoi account social. Insomma il periodo non è dei migliori per Elettra Lamborghini, che questa mattina ha dovuto sopportare anche la morte di Roy, uno dei suoi cani.

«Non ho pace in questo periodo – scrive tra le sue storie Instagram – Stamattina è morto il mio cane. Chiunque tu sia smetti di mandarmele dietro». L’animale era con lei, ancora lunedì sera, durante il collegamento con Ilary Blasi dallo studio dell’Isola dei Famosi 2021.

Pochi mesi fa la morte della cavalla Lolita

Purtroppo la morte di Roy arriva solo dopo un mese dalla perdita di Lolita, la cavalla con cui Elettra è cresciuta, morta mentre lei era in viaggio di nozze in Belgio con il marito Afrojack. Già allora la cantante aveva condiviso tutto il suo dolore con un lungo post su Facebo0k: «Tutti i ricordi più belli della mia adolescenza li ho con te… ho letteralmente perso la parte più importante della mia vita…mi sento così vuota…pensavo di vederti un giorno con i miei figli sulla tua groppa, ma la vita é imprevedibile. Sei stata il più bel regalo che la vita mi potesse fare.. sei arrivata in un momento per me difficile 16 anni fa, e mi hai letteralmente salvato la vita…sei stata la mia cura la mia migliore amica, non so come ringraziarti e non so adesso come farò senza di te….ti amerò per sempre, mi manchi come l aria e non vedo l ora di rivederti un giorno… per sempre sarai Amore mio, riposa in pace principessa».

La cantante ama moltissimo gli animali. Per lei sono componenti della famiglia e separarsene è un dolore enorme. Domani farà il tampone molecolare, se si sarà negativizzata potremmo vederla all'Isola dei Famosi già da martedì prossimo.

«Sto accusando la quarantena – fa sapere su Instagram – Inizio ad avere bisogno di socializzare con le persone, non ne posso più. Questa maniera di vivere mi sta facendo veramente perdere i colpi. Praticamente io mi sveglio la mattina, mi siedo sul divano e guardo il vuoto. Sto fissando il nulla da una settimana. La mia sfiga è che non riesco a guardare la televisione né giocare al computer. Ho bisogno di stare fuori, fare cose, camminare, svagarmi».