14 Novembre 2023
12:03

Dopo la fuga del leone a Ladispoli il circo resta, ma gli spettacoli saranno senza animali

«Dobbiamo essere certi che l’incolumità dei cittadini e degli stessi animali non venga messa nuovamente a repentaglio. E finalmente - ha detto Grando - sarà il circo che più ci piace, quello senza animali».

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Kodami
33 condivisioni
Immagine

Gli spettacoli del circo Rony Roller, a Ladispoli, andranno in scena senza animali. È l’accordo cui sono arrivati Rony Vassallo, titolare della compagnia arrivata a inizio novembre in viale Mediterraneo, e il sindaco della città Alessandro Grando, dopo l’incontro che si è tenuto lunedì pomeriggio per discutere della fuga del leone Kimba, sabato pomeriggio.

Grando, all’indomani dalla cattura del leone – rimasto a vagare per le strade di Ladispoli per circa cinque ore prima di essere sedato e recuperato da un canneto – aveva ventilato l’ipotesi di revocare la concessione del terreno in viale Mediterraneo al circo, invocando lo stop dello sfruttamento degli animali negli spettacoli. Ha quindi convocato Vassallo per discutere delle modalità con cui la compagnia resterà a Ladispoli sino al 19 novembre, ed è stato stabilito che tutti gli animali verranno trasferiti «in altra località idonea», e che non verranno più impiegati negli spettacoli. A questo si aggiunge il rafforzamento delle misure di vigilanza e custodia degli animali fino al loro trasferimento.

«Nel corso della riunione ho rappresentato al signor Vassallo il mio disappunto per quanto accaduto e la preoccupazione per i potenziali risvolti che la vicenda potrebbe assumere nelle prossime ore – ha detto il sindaco Grando – Se è vero che si è trattato di un sabotaggio, come asserito dal gestore, non possiamo correre il rischio che tali circostanze si verifichino ancora. Saranno le autorità competenti ad accertare i fatti e le responsabilità, nei modi e nei tempi che la giustizia impone. Nel frattempo dobbiamo essere certi che l’incolumità dei cittadini e degli stessi animali non venga messa nuovamente a repentaglio. E finalmente – ha concluso Grando – sarà il circo che più ci piace, quello senza animali».

Di sabotaggio aveva parlato proprio Vassallo nelle ore successive alla fuga di Kimba, un esemplare di 8 anni e mezzo, sostenendo di avere trovato i lucchetti della gabbia rotti e suggerendo, tra le righe, che a far scappare il leone potrebbero essere stati proprio membri di associazioni animaliste, decisi a compiere un atto dimostrativo contro i circhi, un gesto che però non è stato ancora rivendicato da nessun attivista.

Nei giorni scorsi, intanto, i momenti di tensione sono stati diversi. Gli attivisti per i diritti animali hanno organizzato un presidio di protesta fuori dal tendone, manifestazione cui si sono uniti molti cittadini di Ladispoli concordi nel chiedere che non vengano più sfruttati animali negli spettacolo. Kimba e gli altri animali del circo intanto resteranno nella base di Latina della compagnia Rony Roller, prima della nuova tappa dello spettacolo: Boccea, a Roma. Resta da vedere la reazione del sindaco Gualtieri.

Avatar utente
Andrea Barsanti
Giornalista
Sono nata in Liguria nel 1984, da qualche anno vivo a Roma. Giornalista dal 2012, grazie a Kodami l'amore per gli animali è diventato un lavoro attraverso cui provo a fare la differenza. A ricordarmelo anche Supplì, il gatto con cui condivido la vita. Nel tempo libero tanti libri, qualche viaggio e una continua scoperta di ciò che mi circonda.
Sfondo autopromo
Segui Kodami sui canali social