Un post su Facebook per annunciare che finalmente sono stati stanziati i soldi, con l'approvazione della legge di Bilancio in Senato, per il fondo per il recupero della fauna selvatica. A scriverlo è Sergio Costa, ministro dell'Ambiente, che sottolinea anche l'entità e l'importanza della notizia: «Un milione all’anno dal 2021 per salvare la fauna selvatica di cui il nostro Paese vanta una grande quantità e diversificazione. Siamo uno dei Paesi con maggiore biodiversità in Europa e dobbiamo tutelarla».

Così Costa ha voluto salutare il 2020, la mattina del 31 dicembre, durante una giornata caratterizzata anche dalla storia della lupa di Potenza che ha fatto il giro dei social e dei media che si sono occupati della vicenda. Un episodio purtroppo esemplare da un punto di vista negativo che mette in evidenza come l'intervento umano, anche se dettato dalla buona fede, non aiuta di certo i selvatici a vivere meglio. La lupa, infatti, è stata alimentata per troppo tempo dalle persone e non è più in grado di procurarsi il cibo da sola.

«Il terzo settore che tanto fa per la salvaguardia degli animali selvatici, gestendo spesso con enorme difficoltà i centri di recupero, da oggi non sono più soli. Lo Stato gli riconosce un importante ruolo a difesa del patrimonio indisponibile dello Stato», scrive il Ministro nel suo post. E speriamo che questo passaggio importante sia solo l'inizio di altri fondi che verranno stanziati per la tutela del mondo animale in generale.