Leone, il cucciolo di cane randagio di Acate, in provincia di Ragusa, era stato aggredito brutalmente da un gruppo di bambini tra i 9 e i 10 anni l'estate scorsa. A colpi di forbici gli avevano cercato di mozzare le orecchie. Leone aveva però trovato anche una famiglia, così come era successo anche ai suoi fratellini.

La persona che ha scelto di vivere la sua vita con Leone, che si è completamente ristabilito dopo settimane di sofferenze e pesanti cure antibiotiche, si chiama Franca. Mentre il cucciolo era in terapia e stava cercando di recuperare Franca si era presa cura di lui giorno e notte. Il legame era diventato troppo forte per lasciarlo andare e così la donna ha chiesto di poterlo tenere con sé per continuare a dargli quell’amore e il rispetto di cui ha avuto tanto bisogno durante la riabilitazione anche psicologica per il trauma subito.

Leone era terrorizzato, aveva paura anche di un alito di vento, me in breve tempo ha potuto dimenticare tutto l'orrore subìto grazie all'amore della sua nuova famiglia. A distanza di un anno gioca con i bambini e soprattutto ha un nuovo amico a quattro zampe.

Al cane sono state ricucite le orecchie e ora sta bene. Il nome Leone è per il coraggio dimostrato dal cucciolo sopravvissuto a un atto di tale crudeltà e che ha avuto il suo meritato lieto fine.