Le formiche sono in relazione alle dimensioni del corpo tra gli animali più forti in assoluto. Sono costruite per sollevare, spostare e trasportare oggetti – a seconda delle specie – fino a 50 o anche 100 volte e più il loro peso. Questa enorme forza è una dei segreti del loro successo, che ha permesso a questi piccoli imenotteri di colonizzare quasi ogni angolo del globo con una diversità che raggiunge oltre 14mila specie differenti. Ma come fanno a essere così forti?

I segreti della forza delle formiche

Ci sono diverse caratteristiche fisiche e meccaniche dietro la superforza delle formiche, come l'anatomia, le dimensioni, la mandibole e, ovviamente, i muscoli. In primis c'è l'esoscheletro esterno composto prevalentemente da chitina, come in tutti gli artropodi, che aiuta questi piccoli imenotteri a distribuire meglio il carico su tutto il corpo. Ma per avere un forza tale da sollevare pesi tanto enormi servono, ovviamente, muscoli potenti.

Tuttavia, non è tanto la potenza dei muscoli a permettere alle formiche di sollevare pesi enormi, ma il fatto che questi non devo fornire troppo supporto al peso corporeo (come invece succede a noi) e possono essere liberi di applicare quasi tutta la forza nel sollevare oggetti. In uno studio pubblicato sul Journal of Biomechanics, i ricercatori che hanno studiato la biomeccanica dell'articolazione del collo della formica americana Formica exsectoides hanno calcolato può resistere a pressioni fino a 5.000 volte il suo peso.

Dalla loro parte ci sono poi, ovviamente, le dimensioni ridotte. La taglia piccola e il rapporto tra superficie e volume aumenta incredibilmente la forza relativa di questi animali, perché la potenza muscolare è strettamente correlata alla superficie. Se aumentassero le dimensioni di questi animali riducendo così la superficie esterna a favore del volume del corpo, la loro forza si ridurrebbe drasticamente e non riuscirebbero a sollevare in proporzione gli stessi pesi.

Ma se una piccola formica tessitrice (Oecophylla sp.) è in grado di sollevare fino a 100 volte il suo peso, il merito è anche delle sua presa salda. Le formiche sono infatti dotate di mandibole a tenaglia enormi in grado di esercitare una presa fortissima.

Le formiche del genere Dorylus, per esempio, sono chiamate anche formiche scacciatrici o safari, poiché vivono nell'Africa centrale e orientale. Attaccano e mordono qualsiasi cosa capiti a tiro senza mai mollare la presa. Il loro dolorosissimo morso lascia il segno e spesso persino la testa: se provi a staccarle la formica si spezza in due, con testa e le mascelle ancora conficcate nella pelle.

Infine, il vero segreto della forza delle laboriose formiche sta anche e soprattutto nei numeri e nella socialità. Lavorare insieme consente a questi insetti eusociali di fare cose incredibili. Senza la forza dei numeri e del lavoro di squadra le formiche non riuscirebbero a costruire, tagliare, coltivare, allevare e trasportare pesi tanto enormi e ad essere una parte fondamentale del nostro mondo, un importante ingranaggio senza il quale l'enorme macchina Terra non riuscirebbe più a funzionare allo stesso modo.

Quante formiche servono per sollevare un uomo

Ma quante formiche servirebbero per sollevare un uomo adulto? Chiaramente questo non è possibile per tanti motivi, anche perché il numero di formiche necessario non riuscirebbe nemmeno a starci sotto un uomo adulto, tuttavia se supponiamo che una formica può sollevare circa 50 volte il suo peso (quindi mezzo grammo), per sollevare un uomo adulto di 80 Kg ci vorrebbero 160.000 formiche.