I maschi di molte specie di uccelli cambiano il loro piumaggio durante la stagione riproduttiva rendendolo più vistoso e colorato per farsi "belli" davanti alle femmine. Tra questi il maschio di scricciolo fatato dorsorosso (Malurus melanocephalus), una specie endemica australiana, che assume un piumaggio ornamentale davvero appariscente con testa, parti superiori e coda nere, ali marroni e un dorso rossissimo. Un team di ricercatori americani ha voluto verificare se le perturbazioni ambientali come siccità o incendi boschivi, che sono sempre più in aumento, influenzano la riproduzione di questa specie e quindi la comparsa del piumaggio ornamentale nei maschi. La ricerca, pubblicata su Journal of Avian Biology, ha dimostrato che in seguito a incendi molti maschi non mutavano il loro piumaggio e registravano livelli più bassi di testosterone, rendendosi così poco attraenti per le femmine.

L'influenza degli incendi sullo Scricciolo fatato dorsorosso

I ricercatori hanno studiato due popolazioni di scricciolo fatato dorsorosso per cinque anni in due siti della parte tropicale nord-orientale dello stato del Queensland in Australia. Attraverso delle catture hanno prelevato dei campioni di sangue dagli individui per misurare il livello di testosterone prima e dopo gli incendi boschivi, documentando il cambiamento del piumaggio. Il testosterone infatti è implicato nella produzione del piumaggio vistoso e riproduttivo dei maschi: facilita l'elaborazione di alcuni pigmenti, i carotenoidi, che conferiscono alcuni particolari colori appariscenti. Confrontando i maschi prima e dopo gli incendi e i loro livelli di testosterone, in prossimità della stagione riproduttiva, hanno scoperto che dopo l'incendio molti più maschi rimanevano marroni e non assumevano il loro bell'aspetto per attrarre le femmine, cosa che invece facevano quelli che non avevano subito l'incendio. Inoltre, i maschi che non avevano mutato avevano registrato livelli più bassi di testosterone. Infine il testosterone della popolazione generale era più basso negli anni in cui c'erano stati molti incendi, rispetto a quando non ce ne sono stati.

I maschi rimandano l'accoppiamento a momenti migliori

I ricercatori suggeriscono che l'abbassamento del testosterone nei maschi non "belli" e il loro rendersi poco attraenti per le femmine dopo un incendio, evitando così la riproduzione, sia in realtà una risposta evolutiva, non dovuta allo stress che subisce l'animale. Lo scricciolo fatato dorsorosso è infatti abituato ormai a convivere con gli incendi che avvengono periodicamente e che possono portare alla distruzione dell'habitat e dei siti di nidificazione, rendendo anche difficile trovare da mangiare. Non è quindi il momento giusto per riprodursi e allevare i nuovi nati, motivo per cui i maschi rimandano ad un momento migliore l'accoppiamento e la ricerca del partner, inibendo o ritardando la produzione di testosterone e la loro trasformazione in attraenti machi. Questo rappresenta uno dei pochi studi sugli effetti a breve termine sulla fisiologia e sui segnali sessuali degli uccelli. Ricerche future potranno aiutare a capire meglio come gli animali reagiscono in seguito a disturbi naturali, che sono sempre più in aumento.

Comunicare con i colori: le specie più variopinte del mondo animale

Le strategie di difesa degli animali: le colorazioni vistose e il mimetismo