14 Marzo 2021
14:46

Somma Vesuviana, cane di quartiere ucciso a colpi di fucile. «Giustizia per Willi»

Un cane di quartiere, Willi, è stato ucciso in strada a colpi di fucile a Somma Vesuviana, nel napoletano. L'autore del folle gesto è stato denunciato per detenzione abusiva di armi e uccisione di animale. Choc e rabbia sui social in un Comune molto attivo nella tutela del benessere animale e dei randagi.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Kodami
1.760 condivisioni
Immagine

Ucciso a colpi di fucile in strada, dove è sempre stato benvoluto e accolto dalla popolazione locale. E' la fine che ha fatto Willi, un meticcio di quartiere, benvoluto e conosciuto dalle persone che abitano in via Tirone a Somma Vesuviana.

Come riportano diversi siti locali, l'autore del terribile gesto è un uomo sulla settantina che è stato denunciato per detenzione abusiva di armi e maltrattamento animale che ha portato all'uccisione del cane. La scena è avvenuta di fronte a diverse persone, nel primo pomeriggio del 13 marzo 2021, che hanno subito denunciato l'accaduto. L'autore del folle gesto è stato portato in caserma e poi rilasciato. Ha dichiarato ai Carabinieri di averlo fatto – come se fosse legittimo uscire in strada e imbracciare un fucile – perché il cane aveva aggredito lui e la sua cagnolina.

Willi è spirato poco dopo essere stato raggiunto da tre colpi di fucile. Sul Web si vede il suo corpo a terra, immagine che su questo sito non condivideremo. Willi aveva degli umani di riferimento, una famiglia della zona che lo lasciava libero di uscire nel quartiere e che è sconvolta per quanto accaduto. Molte persone nel pomeriggio di domenica si sono riunite nel luogo dove è accaduta l'uccisione ed è stato appeso uno striscione con su scritto: «Giustizia per Willi».

Somma Vesuviana più volte è finita sulle pagine di Kodami come rappresentativa di un Comune molto attento e attivo per la tutela dei randagi e la notizia ha lasciato sgomento e rabbia nella cittadinanza che attraverso i vari gruppi, non solo di animalisti, sui social sta esprimendo dolore e choc per quanto accaduto.

Pochi giorni fa avevamo pubblicato, ad esempio, la notizia dell'ottima iniziativa da parte del Comune di collaborare all'attività dell'associazione "Cani di Somma" di riempire le caditoie in strada di cibo e acqua per i cani di quartiere e il costante lavoro di attenzione agli animali che viene promosso dalle istituzioni locali, come l'aver recentemente approvato il regolamento comunale che prevede anche la nascita di un rifugio per gli animali destinati al macello.

Sfondo autopromo
Segui Kodami sui canali social