Quando il piccolo Hitch è stato avvistato, stava per attraversare un’autostrada molto trafficata. Ma Laila D'Souza, una ragazza del Kuwait, gli ha salvato la vita. Hitch – questo il nome dato al micio dalla giovane – è uno dei tanti gatti sfortunati per i quali Laila combatte ogni giorno, per donare loro una vita migliore.

Tutto è iniziato quando Laila aveva perso il suo gatto, Winston, che le era stato sottratto dal National Aviation Service al controllo merci della dogana, all’aeroporto del Kuwait: dopo due giorni d’attesa e di speranza, ha scoperto che Winston era morto.

Vittima di questa tragedia, Laila ha dedicato al suo micio la Rescue for Winston Memorial Foundation, per cercare di far luce su quanto accaduto e per aiutare tutti i gatti del Kuwait in difficoltà, come Hitch: «Stavo tornando a casa dopo il lavoro e avevo sbagliato strada – racconta la giovane – A un certo punto mi sono accorta che un gattino mi stava passando davanti. Pensavo di averlo investito per sbaglio, per questo mi sono subito fermata».

Dopo aver parcheggiato nella corsia d’emergenza, Laila si è diretta verso il micio per salvarlo, in una lotta contro il tempo che avrebbe potuto rivelarsi fatale: appena si è accorto di lei, Hitch, impaurito e ancora sotto shock, ha tentato di fuggire: «Ho provato a cercarlo sotto la macchina – spiega Laila – ma non l’ho trovato».

Hitch era talmente terrorizzato che si era infilato nell’auto, mimetizzandosi tra i tubi. Ma per Laila era troppo pericoloso provare ad estrarlo in mezzo alla strada: per questo motivo con la massima accortezza ha deciso di guidare verso casa sua, distante pochi metri da lì. Giunta a destinazione, col supporto del servizio stradale, ha esaminato attentamente l’auto, ma del cucciolo non c’era nessuna traccia: «A un certo punto ho sentito miagolare e siamo riusciti a individuarlo».

Dopo averlo tratto in salvo, Laila si è presa carico del gattino, conducendolo dal veterinario per sincerarsi delle sue condizioni. Hitch era molto spaventato, ma non aveva ferite gravi e in poco tempo è riuscito a rimettersi in sesto, entrando a far parte della famiglia del Rescue for Winston Memorial Foundation: «Hitch mi ha fatto capire che alcune cose accadono per una ragione. Ho preso quella strada molte volte e sbagliare non è stata una coincidenza».