Nello stato indiano del Kèrala, lungo la costa sud-occidentale del Paese, non capita spesso di incontrare grossi serpenti e così quando un pitone delle rocce decide di attraversare la strada tutti si fermano giustamente per ammirare lo spettacolo.

È accaduto nella città di Kochi, sulla trafficata Seaport-Airport Road, e mentre il rettile lungo circa due metri strisciava lentamente da una parte all'altra della carreggiata il traffico si è interrotto e un automobilista è riuscito a filmare tutta la scena.

Il video è diventato immediatamente virale e mostra diversi automobilisti scendere dai propri veicoli per esortare gli altri a fermarsi, quasi a formare un cordone umano protettivo. Il serpente ha impiegato quasi 5 minuti per completare l'attraversamento, quanto è bastato per diventare una sorta celebrità. Tantissimi utenti hanno infatti condiviso il video sui social, chi scherzando sulle manie di protagonismo del rettile, chi sottolineando il bel gesto dei presenti che hanno atteso serenamente che il serpente attraversasse incolume la strada senza spaventarlo.

Il video diventato virale su tutti i social

Un utente ha infatti scritto su Twitter: «C'è speranza per noi, umani! Apprezzo il modo in cui le persone hanno aspettato pazientemente per lasciarlo passare. Una creatura spettacolare!» Un altro ha invece commentato: «Che brava la gente che ha fermato il traffico permettendogli di attraversare la strada. È così che dobbiamo vivere, dare spazio alle specie selvatiche evitando di disturbarle/ucciderle inutilmente». Un terzo utente ha invece scritto: «È stato bello vedere le persone impegnarsi per fermare il traffico e assicurarsi che il serpente attraversasse una strada tanto trafficata in sicurezza… ma erano molto irritanti le altre poche persone che suonavano il clacson senza sosta in maniera insensata».

Il pitone delle rocce indiano o pitone moluro (Python molurus) è un grosso serpente non velenoso diffuso nelle regioni tropicali e subtropicali del subcontinente indiano e del sud-est asiatico. Raggiunge solitamente i 3 metri di lunghezza e come tutti gli altri serpenti ha una dieta esclusivamente carnivora. Non sembra essere particolarmente selettivo e cattura indistintamente mammiferi, uccelli e altri rettili che vengono uccisi avvolgendoli tra le spire del corpo. La preda, incapace di respirare, soccombe rapidamente e viene poi inghiottita per intero partendo dalla testa.

Primo piano di un pitone delle rocce indiano
in foto: Primo piano di un pitone delle rocce indiano

Dopo un pasto abbondante i pitoni – come molti altri serpenti – impiegano un'eternità per digerire la loro preda e possono trascorre tranquillamente diverse settimane completamente a digiuno. Fortunatamente questa specie non è minacciata di estinzione, tuttavia secondo recenti studi la popolazione totale sembra essere calata di circa il 30% negli ultimi 10 anni, soprattutto a causa della perdita di habitat e delle catture illegali.

Infine una curiosità: anche Kaa, il serpente gigante protagonista de Il libro della Giungla di Kipling, è un pitone delle rocce indiano. Nei libri il rettile è un prezioso e fidato alleato del piccolo Mowgli, quasi una figura paterna al pari della pantera Bagheera e dell'orso Baloo. Tuttavia, negli adattamenti cinematografici della Disney il pitone viene dipinto come un antagonista che tenta più volte di ingannare e mangiare Mowgli.