4 Aprile 2022
9:00

Trovato un cucciolo di delfino morto sulla spiaggia di Ostia: potrebbe aver perso la mamma

Un cucciolo di delfino è stato trovato spiaggiato sull’arenile di Ostia, il litorale di Roma. L’esemplare è stato trovato all'altezza del lungomare Lutazio Catulo. Non aveva ferite sul corpo e pesava circa 60 chili.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Kodami
Immagine

Un cucciolo di delfino è stato trovato spiaggiato sull’arenile di Ostia, il litorale di Roma. L’esemplare è stato trovato all'altezza del lungomare Lutazio Catulo. Non aveva ferite sul corpo e pesava circa 60 chili.

Secondo una prima ricostruzione sarebbe morto di fame per aver perso i contatti con la mamma. Era in una fase di svezzamento e i denti tipici di un animale in piena lattazione. Per questa ragione si ritiene che questa sia una pista possibile sulle cause del decesso. Sul posto è intervenuto il personale della Capitaneria di Porto che ha realizzato i rilievi e poi ha portato via la carcassa.

«Chissà perché un delfino spiaggiato suscita tanta pena! Cosa ci avvicina a questi animali da renderli familiari anche se vivono un mondo a noi così sconosciuto?», si domanda, su Facebook, Franco Petrini, titolare dello stabilimento balneare della Nuova Pineta, dove è stato trovato l’esemplare. «Poi ho capito – aggiunge – forse il fatto che siano cavalcati da creature infinitamente dolci che magari non esistono solo nelle favole».

In questi giorni, nell’ambito del progetto di ricerca #Catturatinfoto, realizzato dall’associazione Sotto al mare, in sinergia con l’Ente regionale Roma Natura ha ripreso un branco di delfini a pochissima distanza dal ritrovamento, nell’Area marina protetta delle Secche di Tor Paterno.

https://www.facebook.com/photo?fbid=346611817494549&set=pcb.346617427493988

Qualche giorno fa un nuovo caso di spiaggiamento è avvenuto a Squinzano, in Provincia di Lecce. A diffondere la notizia è la Pro Loco Casalabate. Un esemplare spiaggiato è stato persino ripreso mentre cercava di dimenarsi sulla spiaggia. Nonostante l’intervento dei soccorsi, l’esemplare è poi morto. Il delfino, secondo quanto riferisce la Pro loco che ha avuto modo di sentire la Capitaneria di porto e i veterinari, sarebbe stato malato.

Nel 2017 sono stati segnalati 212 cetacei spiaggiati lungo le coste italiane. Secondo la Banca dati spiaggiamenti, nella maggior parte dei casi le segnalazioni hanno riguardato esemplari di tursiope (41,5%) e stenella (33,9%); mentre per capodogli, delfini comuni, zifi, balenottere, grampi e globicefali, gli eventi di spiaggiamento sono risultati più sporadici. L’ origine infettiva è risultata la principale causa dello spiaggiamento (66,6%), confermando la persistente circolazione nei mari di agenti virali come Morbillivirus ed Herpesvirus e protozoari come il Toxoplasma gondii,

Sfondo autopromo
Segui Kodami sui canali social