Questa storia ha i contorni di un orribile e ennesimo caso di maltrattamento e abbandono. Un cane è stato trovato morto in una valigia alla foce del fiume Irno, nel Comune di Salerno. La vittima è un meticcio a pelo corto. Secondo una prima ricostruzione la valigia blu sarebbe stata gettata in acqua per poi andare a finire su una delle sponde. Il corpo del cane non era in stato di decomposizione.

È stata una segnalazione arrivata alle forze dell’ordine a mettere tutti in allarme e ad intervenire sono stati gli agenti della Questura di Salerno  che poi si sono resi conto dell’orrore aprendo la valigia. Ad aiutare nelle indagini anche i veterinari della Asl locale ma il cane non ha il microchip e questo rende ovviamente arduo il ritrovamento del responsabile del crimine.

A rilanciare la notizia su Facebook anche l’assessore del Comune di Salerno Mariarita Giordano, delegata alle Politiche Giovanili e all’Innovazione. «Credo che chi si è macchiato di un tale crimine abbia sicuramente problemi mentali che non giustificano, in ogni caso, l'azione», ha commentato sul suo profilo.

Non è la prima volta che vengono trovati cani gettati in acqua. Nel maggio scorso ne era stato ucciso uno buttato da un ponte sul fiume Volturno, a Capua (Caserta). Anche in questo caso fu una morte orribile: legato ad alcuni pesi venne fatto precipitare. In quel caso furono i Vigili del fuoco a recuperarlo.

Scaraventato dal ponte con i pesi legati al collo: la tragica fine di un cane a Capua