Nei giorni in cui Roma è assediata dagli incendi e i Vigili del Fuoco e la protezione civile si spostano da una parte all’altra della città per gestire decine di roghi – quasi 300 tra lunedì e martedì – anche centinaia di animali rischiano la vita a causa delle fiamme, del fumo e delle temperature altissime.

Proprio in soccorso di alcuni animali sono accorsi, domenica, i poliziotti della questura di Roma, che hanno messo in salvo otto cani e un gatto intrappolati da un fronte che si è sviluppato nella zona di Lunghezza, periferia est di Roma e territorio dell’Agro romano.

L’intervento è scattato intorno alle 15.30 di lunedì, quando i poliziotti sono arrivati in via Donegani. Qui era stato segnalato un incendio di sterpaglie arrivato pericolosamente vicino alle abitazioni. Messi in sicurezza gli abitanti dell’area minacciata dalle fiamme, mentre i vigili del fuoco lavoravano per domarle gli agenti di due volanti hanno scoperto che nelle palazzine erano rimasti alcuni animali domestici che rischiavano la vita per il fumo e le temperature altissime.

I poliziotti sono quindi intervenuti, raggiungendo le abitazioni e i cortili a pochi metri dal fronte di fuoco e recuperando gli animali, cui hanno dato rifugio nelle auto di servizio. Hanno dato loro da bere, li hanno rinfrescati e poi li hanno riconsegnati alle loro famiglie incolumi. Nella giornata di domenica erano stati i vigili del fuoco a mobilitarsi, salvando venti cuccioli da un capannone adibito a canile minacciato da un grande incendio scoppiato in un terreno agricolo di Ponte di Nona, anche in questo caso partito da alcune sterpaglie. Per trarli in salvo i pompieri hanno usato anche una carriola, in modo da portare fuori quanti più cuccioli possibile in poco tempo.

Gli incendi intanto continuano ad assediare la Capitale. Nella giornata di martedì sono stati una novantina gli interventi dei vigili del fuoco per l'incendio di sterpaglie, colture e boschi. Le zone maggiormente colpite sono state Velletri, Marcellina, Pomezia, Tor Carbone, Montecompatri, Albano Laziale, Lunghezza e San Gregorio da Sassola, e si teme per i danni pesantissimi che i roghi stanno causando agli ecosistemi e alla fauna selvatica.