Le notizie tragiche del post Capodanno legate all'utilizzo di botti e petardi che coinvolgono animali domestici e non purtroppo continuano ad arrivare. Secondo l'Agi, un incendio in un appartamento nel quartiere di Ballarò, a Palermo, provocato dall'esplosione definita dalla stessa agenzia di una "vera e propria bomba", ha causato la morte di un cane. I Vigili del Fuoco sono intervenuti per sedare le fiamme mentre la famiglia che abitava nella casa è riuscita a scappare. Dentro, però, al piano terreno è rimasto un cane che non ha trovato via di fuga né salvezza.

Il video del Telefono Azzurro tristemente smentito dalla realtà

Non può che tornare alla mente, in questa occasione, lo spot del Telefono Azzurro che mostrava un pompiere entrare in un appartamento in fiamme dove dei bambini e un cane erano in pericolo. La scelta degli autori del video dell'associazione a tutela dell'infanzia era stata quella di mostrare l'uomo scegliere di salvare l'animale e non i due bimbi. Sui social si era scatenata una protesta fortissima, tanto da indurre Telefono Azzurro a ritirare il video e la campagna mediatica che non solo tante associazioni animaliste ma centinaia di migliaia di persone in generale avevano avversato con forza.

Mettere di fronte le persone a un messaggio così privo di alcuna sensibilità nei confronti di tutti gli esseri viventi era già di per sé un esempio di quanto poco si conosca anche solo l'etologia dei cani e degli stessi esseri umani. Ora, un caso di cronaca, ci racconta chiaramente che la realtà spesso è ben diversa da quella che tendiamo a raccontare a seconda dello scopo che si ha in mente, in buona o cattiva fede.

Non c'è alcuna morale, dunque, da trarre rispetto allo spot e a quanto accaduto a Palermo la notte del 31 dicembre 2020, però. Perché non si dovrebbe nemmeno discutere sul tema "anteporre la vita degli animali a quella degli esseri umani" o viceversa. Non è questo il messaggio e il significato di quello che è successo nel quartiere di Ballarò, del resto. Riportare questa notizia dal nostro punto di vista, dovrebbe servire solo, ancora una volta, a riflettere sui comportamenti della nostra specie che possono, terribilmente e semplicemente, ledere a noi stessi e alle altre specie che abitano il Pianeta.