La Sardegna brucia e le fiamme distruggono ettari di terreni, di campi coltivati e fa strage anche di animali. Bestiame, volpi, cavalli, ma anche cinghiali, cani e gatti che, se non vengono uccisi dal fuoco, portano sul corpo il segno dei roghi. Gli incendi in Sardegna stanno provocando danni incalcolabili all’ecosistema che, secondo Coldiretti avrà bisogno di almeno 15 anni per essere ricostruito.

Ma in tutta questa distruzione ci sono anche le giornate meno negative. E ieri è stata una di quelle, visto che tra gli animali feriti che trovano soccorso, riparo e cure nella Clinica Veterinaria Due Mari di Oristano, la zona maggiormente colpita, è arrivata viva per miracolo una cucciola di cerbiatta di appena qualche settimana.

Scampata dalle fiamme sul Montiferru, ha le quattro zampe carbonizzate e lesioni gravissime, ma adesso è al riparo, almeno per essere curata. L’hanno chiamata “Lussurzesa”, come spiegano i veterinari della clinica, che lavorano senza tregua per accogliere tutti gli animali che hanno bisogno.

«Questa è la icona della nostra Terra ora. E questa è la cerbiatta che abbiamo ricoverato ieri da Santulussurgiu. In piedi, ma con le zampe carbonizzate. Come la nostra gente» scrivono in un post su Facebook. «Non sappiamo se questo miracolo divino potrà riprendersi, le sue lesioni sono drammatiche. È stata ritrovata accanto al corpo della madre carbonizzata che non è riuscita a sopravvivere e lei era lì… recuperata da un gruppo di cacciatori che stanno battendo la montagna palmo a palmo alla ricerca di animali selvatici feriti, è stata chiamata da loro Lussurzesa. E così la battezzeremo anche noi. Cosa devono aver visto e pianto questi occhi. Non sappiamo se potrà sopravvivere, se accetterà il biberon, se se se. Ma combatteremo».

Ovviamente per reggere le spese la clinica ha aperto una raccolta fondi. I veterinari ci tengono a sottolineare che è l'unica a far capo a loro. Secondo quel che riportano alcuni media sardi, infatti, girerebbero delle raccolte fondi truffa. Quindi meglio sincerarsi che il proprio atto di generosità sia destinato soltanto ad associazioni, veterinari o organizzazioni sicure e affidabili.

Incendi in Sardegna: comincia il calcolo dei danni e si cerca di aiutare allevatori e animali