Lucca cane

Si è tenuto ieri a Lucca il primo incontro tra istituzioni comunali e cittadini del percorso In-Habit, dedicato al rapporto uomo-animali.

In-Habit, acronimo di INclusive Health And wellBeing In small and medium-size ciTies, è parte del programma europeo Horizon che ha lo scopo di promuovere l'innovazione e lo sviluppo sostenibile attraverso la partecipazione attiva dei cittadini.

«Abbiamo scelto questo tema spinti dal numero crescente di animali d'affezione nelle case delle famiglie. Sappiamo bene quali sono i benefici della vita con un animale e volevamo riflettere su questo anche per capire come rendere la nostra comunità più pet friendly», spiega a Kodami Valentina Rose Simi, assessora comunale con delega a Ambiente, Transizione ecologica, Sicurezza e Innovazione digitale.

«In-Habit renderà Lucca la prima smart city in Europa pensata per favorire il rapporto tra essere umano e animale – sottolinea l'Assessora – Il nostro obiettivo è favorire i processi trasformativi tramite un approccio partecipativo».

Il primo incontro del laboratorio di innovazione sociale promosso dal Comune si è tenuto da remoto a causa della pandemia. Una modalità che però non è riuscita a scoraggiare la partecipazione, come conferma l'assessora Simi: «La risposta dei cittadini ha superato le nostre aspettative. Si sono confrontate tante persone con i vissuti più disparati e ci sono state discussioni molto costruttive che hanno fornito alla nostra amministrazione spunti interessanti per capire come e dove indirizzare il nostro lavoro per favorire il rapporto uomo-animale».

Nella prima parte dell'incontro i partecipanti sono stati divisi in cinque tavoli dove hanno affrontato i temi di: cittadinanza, turismo, sociale, educazione, sviluppo professionale. Dopo si è tenuta la plenaria in cui c'è stata una discussione comune. «Le soft solution emerse da ogni tavolo avevano tra loro molti hanno punti di contatto – sottolinea Simi – Segno che nei partecipanti non c'è solo voglia di dire la propria, ma anche una profonda conoscenza del territorio. Sono emerse numerose connessioni tra le proposte e stiamo pensando a come svilupparle ulteriormente nel corso dei successivi incontri ancora da calendarizzare».

Insieme alla città di Lucca partecipano a In-Habit anche la spagnola Cordoba, la slovacca Nitra e la lettone Riga. Ognuna di queste città ha scelto di sviluppare su un argomento diverso, lo scopo finale è migliorare la vita dell'intera comunità europea attraverso il lavoro di queste cinque comunità di piccole e medie dimensioni.

In-Habit non è però la prima iniziativa dell'amministrazione lucchese in favore del benessere animale. Tutto è cominciato con le animabili: percorsi cittadini dedicati ad animali e umani. «A brevissimo partiremo con questa iniziativa, idealmente ispirata al concetto di "pista ciclabile", ma in favore del benessere animale. Questi itinerari sorgeranno vicino ad apposite aree di dog-agility e sgambamento», commenta la nuova Assessora, in carica da aprile 2021, che si prepara anche ad approvare con la Giunta comunale il nuovo Regolamento al benessere animale.

«Il nostro scopo finale è migliorare la vita dell'intera comunità, umana e animale», conclude l'Assessora.