14 Novembre 2023
12:00

L’amore per cani e gatti passa per la tutela della salute

Cosa significa amare davvero i nostri animali domestici? Passare splendide giornate insieme, appagare le loro necessità, i loro desideri e starsi vicini durante le routine quotidiane. L’amore, però, deve tutelare anche la salute: cani e gatti, spesso, mascherano i loro sintomi e, inoltre, non hanno la capacità di verbalizzare se qualcosa non va. In questo caso siamo noi, i loro compagni di vita, a dover intervenire.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Kodami
Immagine

La scelta di condividere la propria vita con un animale domestico è ricca di sorprese straordinarie, ma anche di importanti responsabilità. Quando accogliamo in casa cani o gatti, infatti, diventiamo le loro persone di riferimento e sarà attraverso il nostro comportamento, le nostre cure e le nostre attenzioni alle loro necessità, che si interfacceranno con il mondo. Ogni specie e, più nello specifico, ogni individuo, ha bisogni e desideri unici, che possiamo appagare se impariamo a conoscerlo e a conoscere ciò che contraddistingue cani e gatti. Inoltre, abbiamo l’insostituibile compito di prenderci cura della loro salute, evitando quindi anche la sofferenza fisica, oltre che quella psicologica.

Il benessere psicologico e il profondo valore della relazione che ci unisce

Assicurarsi che il proprio animale stia bene significa offrirgli una vita in linea con le sue necessità individuali e di specie. I gatti, ad esempio, hanno bisogno di un ambiente domestico ricco di stimoli perché, da predatori quali sono, sentono la necessità di mettersi in gioco anche (e soprattutto) in assenza di un ambiente naturale esterno. Si possono quindi creare percorsi sopraelevati, offrendogli l’opportunità di muoversi anche negli spazi più alti e in verticale. Librerie, credenze e rialzi possono diventare percorsi che rendono le loro giornate più appaganti.

Bisogna ovviamente prestare attenzione anche alla sicurezza, perché la casa può essere un luogo pieno di insidie. Il consiglio, quindi, è quello di montare zanzariere per evitare che durante le esplorazioni i gatti possano cadere dalle finestre. Inoltre, è importante controllare sempre che non stiano riposando dentro la lavatrice o la lavastoviglie, perché amano davvero trovare riparo nei luoghi più tranquilli della casa.

I cani, invece, sono animali che hanno il profondo bisogno di perlustrare ed esplorare gli ambienti esterni. È importante quindi accompagnarli quotidianamente in passeggiate che non rappresentino solamente un momento legato ai bisogni fisiologici, ma che siano anche attimi di condivisione e cooperazione con il pet mate e con l’intero gruppo di appartenenza.

Di tanto in tanto, quindi, potete organizzare qualche gioco olfattivo, oppure un problem solving, che lo aiuti a sviluppare un’abilità nuova, come l’utilizzo del naso per aprire una scatola, o della zampa per chiedervi qualcosa.

Si tratta inoltre di animali sociali, che hanno quindi bisogno di potersi interfacciare anche con i propri simili e non sentirsi completamente isolati dagli altri cani. Affinché siano davvero felici, si possono quindi trovare dei momenti di socializzazione durante la routine quotidiana, ancora meglio se possono farlo in sicurezza, ma liberi dal guinzaglio.

Questi sono ovviamente solo alcuni dei numerosi consigli che possono tornare utili ai pet mate nel momento dell’adozione e per tutta la vita degli animali, perché sappiamo bene che la vita di ognuno di loro è fatta di un’infinità di dettagli che rendono sia le loro personalità che la nostra routine unica e insostituibile.

Il primo dettaglio a cui prestare attenzione è quindi in ogni caso quello della relazione che ci unisce: attraverso la profonda conoscenza dei nostri cani e dei nostri gatti potremo davvero costruire una vita su misura per noi e per loro.

Il benessere fisico e la prevenzione delle malattie

Purtroppo, però, accogliere in famiglia un altro membro significa anche doversi interfacciare con ciò che riguarda la sua salute. Oltre all’alimentazione (che deve sempre essere adeguata al movimento svolto, alla specie, ai suoi desideri e alle sue necessità nutrizionali), dobbiamo anche prevenire i rischi determinati dalle malattie.
Ecco quindi che interveniamo con le vaccinazioni, le quali variano in base alla zona in cui si vive.
Ci rivolgiamo poi al veterinario anche nel caso di parassiti (come pulci e zecche), ma il rischio di infestazione è anche in questo caso minore se utilizziamo un antiparassitario adeguato ed efficace.

La responsabilità del pet mate, infine, è dimostrata anche dalla scelta di prevenire i rischi determinati dalle malattie gravi, come il cancro.
1 cane su 4 e un gatto su 5, infatti, potrebbe sviluppare un tumore nell’arco della propria vita. La probabilità di cura, però, aumenta nel caso in cui la diagnosi avvenga in fase iniziale. Il nostro dovere in qualità di figure di riferimento responsabili e attente, quindi, è quello di prenotare, con frequenza annuale, le visite veterinarie di controllo.
Ciò non rappresenta solo una scelta responsabile, ma anche un enorme gesto di amore nei confronti dei nostri pet.

Sfondo autopromo
Segui Kodami sui canali social