La scienza batte la magia e l’agricoltura biodinamica esce dalla proposta di legge sulla tutela, lo sviluppo e la competitività della produzione agricola, agroalimentare e dell’acquacoltura con metodo biologico, grazie a due emendamenti di Riccardo Magi (+Eu) e della commissione che hanno eliminato dal testo l’equiparazione dell’agricoltura biodinamica a quella biologica. Una esclusione fondamentale, visto che la legge 988 determinerà anche i fondi europei che verranno attribuiti al settore.

La tutela della agricoltura biodinamica era entrata nel testo, all’articolo 1, durante l’esame in Senato e aveva scatenato critiche e polemiche da più parti, soprattutto nella comunità scientifica, che si era appellata all’eliminazione di questa norma assurda.

Cosa si intende per biodinamica?

Ma perché assimilare l’agricoltura biodinamica a quella biologica ha creato questo caos e ha messo così in allarme? Quando si parla di un’azienda che pratica l’agricoltura biodinamica, si intende che per fertilizzare ricorre a preparati particolari, tra cui il “Cornoletame” o “preparato 500”, cioè un corno di una vacca che abbia partorito almeno una volta, riempito di sterco e interrato per propiziare raccolti generosi. O anche il "502", che prevede invece di riempire una vescica di cervo con fiori di achillea millefoglie e poi sotterrarla per mesi, prima di scioglierla in acqua e spruzzarla sui campi.

L’Istituto di bioscienze e biorisorse del Consiglio nazionale delle ricerche (CNR) definisce l’agricoltura biodinamica una pratica “esoterica” che comprende attività prive di valore scientifico. Teorizzata dal teosofo ed esoterista Rudolf Steiner vissuto dal 1861 al 1925, fondatore del celebre metodo pedagogico che porta il suo nome, ma decisamente non privo di idee stravaganti, come che la razza ariana venisse da Atlantide, l’agricoltura biodinamica invitava a una produzione senz’altro anche biologica ma che includeva, però influssi astrali e preparati magici.

È per questo che la comunità scientifica è insorta, scomodando anche il Nobel per la Fisica Giorgio Parisi il quale alla prima lettura si appellò anche al presidente Mattarella affinché questa assurdità fosse fermata. Preoccupazione al quale il capo dello Stato aveva risposto rassicurandolo sul fatto che, seppur fosse una questione decisa in Parlamento dove, notoriamente, il Colle non può pronunciarsi, per farla diventare legge, ci sarebbero stati  altri passaggi, anche parlamentari anzitutto, che avrebbero reso lontana questa ipotesi.

Domenica sera anche il CICAP, il Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sulle Pseudoscienze fondato nel 1989 da Piero Angela, scriveva sui propri social un appello in cui invitava i decisori politici a evitare di dare all'agricoltura biodinamica, disciplina basata su principi magici ed esoterici che non offre vantaggi scientificamente dimostrati, un incomprensibile e inopportuno riconoscimento.

Che differenza c'è tra agricoltura biologica e biodinamica?

Tornando all'agricoltura biologica, invece, come spiega l'Ue, si tratta di un tipo di agricoltura che ha come priorità l’abbattimento dell’impatto ambientale e che si basa sulla produzione di alimenti e sostanze in maniera naturale, usando energia e risorse naturali in modo responsabile, mantenendo la biodiversità, conservando gli equilibri ecologici regionali, mantenendo la qualità delle acque. L'Unione europea, inoltre, ha stabilito una serie di norme e regolamenti che disciplinano la produzione, la distribuzione e la commercializzazione dei prodotti biologici nell'Unione stessa.