Portare un cane in vacanza, a meno che la meta non sia raggiungibile in auto, è sempre un po’ più complicato, soprattutto se il viaggio insieme viene fatto in aereo. Sebbene la sensibilità delle compagnie sia maturata e cresciuta moltissimo nel tempo, ci sono ancora diversi passaggi da fare e tante cose da conoscere e da rispettare per non trovarsi all’imbarco e dover tornare indietro. Vediamo quali sono quindi le principali regole per viaggiare con il cane in aereo e i consigli su come affrontare al meglio e in tutta tranquillità questa esperienza.

Le compagnie aree che accettano cani

Tra le principali compagnie aeree di linea e low cost che accettano cani ci sono:

  • Alitalia
  • Air Italy
  • Air Dolomiti
  • Aegean Airlines
  • Aeroflot
  • Air France
  • American Airlines
  • Blue Panorama
  • British Airways
  • Delta Airlines
  • Finnair
  • Iberia
  • Lufhtansa
  • LM
  • Pegasus
  • SAS
  • Tap Portugal
  • US Airways
  • Volotea
  • Vueling

Alcune compagnie, come Wizzair per esempio, non accettano animali sui propri veivoli. Lo stesso fanno mentre Ryanair e Easyjet con una sola eccezione per i cani guida che accompagnano i non vedenti. Altre compagnie ancora, invece, non accettano cani femmina in calore o in gravidanza e cani brachicefali o a naso camuso.

Viaggiare col cane in aereo, in cabina o in stiva?

Se il cane verrà imbarcato in cabina o stiva, dipende dalla taglia. La maggior parte delle compagnie aeree consente di tenere in cabina cani di piccola taglia il cui peso, incluso quello del trasportino, non superi i 10 kg.  I cani di taglia media o medio-grande vengono, invece, imbarcati nella stiva dentro ai cosiddetti kennel, gabbie di adeguate dimensioni.

I quattozampe che viaggiano in cabina devono restare nel trasportino per tutto il tempo del volo aereo e non possono uscire nemmeno per mangiare o bere. Perciò se si deve affrontare un volo lungo, è bene portare con sé nel bagaglio a mano del cibo e una ciotola per l’acqua da sistemare nel trasportino non appena si è in quota.

Per il cane di grossa taglia che invece dovrà purtroppo essere imbarcato in stiva, sul suo kennel dovrà essere applicato un adesivo che confermi il rispetto della normativa IATA (International Air Transport Association) con tutti i dati del cane e della persona a cui appartiene. Le dimensioni massime delle gabbie ammesse in stiva sono fissate dalle compagnie aeree, ma il consiglio è di acquistare un kennel di dimensioni non troppo grandi rispetto al cane, per evitare, in caso di turbolenze, che l'animale possa essere sbattuto da un lato all’altro della gabbia, rischiando di farsi male. Guinzaglio o museruola non vanno lasciati per nessun motivo all’interno. Nel kennel andrà lasciato soltanto qualche cubetto di ghiaccio utile per contrastare il rischio di disidratazione.

Le misure dei trasportini

Le regole su dimensioni e tipologia dei trasportini ammessi in cabina sono precise. Le dimensioni consentite variano da operatore a operatore, per cui prima della partenza è fondamentale controllare. Indicativamente, i trasportini devono essere morbidi o semirigidi, avere fondo impermeabile ed essere foderati con un tappetino assorbente.

Documenti e vaccinazioni

Microchip e passaporto sanitario europeo che riporti le vaccinazioni e lo stato di salute dell’animale, sono i documenti senza i quali il cane resta a terra. Inoltre a seconda della meta delle vacanze è necessario informarsi su quali altre vaccinazioni siano consigliabili o obbligatorie per l’animale.

Leishmaniosi: prevenzione e zone a rischio

Quanto costa viaggiare con il cane in aereo

I prezzi variano a seconda della compagnia. Si parte da tariffe piuttosto basse per un cane di taglia piccola che viaggia in cabina per un volo nazionale (circa 20 euro), per aumentare per i cani imbarcati in stiva su tratte internazionali (fino a 300 euro). I cani guida viaggiano gratuitamente su tutte le compagnie.

Consigli per viaggiare senza stress

Se l’avventura è nuova per il cane ci sarà bisogno di una mini preparazione, soprattutto, se il cane è particolarmente ansioso. Così per abituare progressivamente il cane al viaggio, si può iniziare a metterlo nel trasportino o nel kennel per qualche ora nei 5 o 6 giorni precedenti alla partenza. Il veterinario può consigliare la somministrazione di blandi tranquillanti durante il volo, ma di solito è consigliata solo nei casi particolarmente difficili. Senza controindicazioni è, invece, il collare impregnato di feromoni che hanno l'effetto di tranquillizzare il cane. Inoltre meglio farlo mangiare almeno 4 ore prima della partenza per evitare possibili problemi digestivi e prima di entrare in aeroporto assicurarsi che abbia avuto il tempo di svuotarsi.

Le regole Alitalia per viaggiare con i cani

Le regole per viaggiare in aereo con il proprio cane possono cambiare a seconda della compagnia, vediamo le principali.

Alitalia

Su Alitalia i cani sono ammessi, anche se non su tutti gli aerei e cono posti molto limitati. Meglio informarsi prima di partire. A bordo possono salire cani di piccola taglia dentro al trasportino delle misure 40x20x24 e che insieme non pesino più di 10 kg. Per i cani più grandi resta solo il viaggio in stiva. Il trasportino dovrà essere traspirante, resistente a contenere un panno assorbente sul fondo. Verrà fatto mettere sotto il sedile del passeggero.

Per tutte le informazioni Alitali mette a disposizione il Servizio Assistenti Speciali al numero 892010. Per quel che riguarda le tariffe, non hanno prezzi altissimi. E aumentano solo a seconda della lunghezza del viaggio.

Air France

Anche su Air France i cani volano a bordo se insieme al trasportino non superano gli otto chili. Gli animali devono avere più di dieci settimane. Le razze brachicefale voleranno su aeromobili cargo. Per passeggero è permesso un cane solo e solo in classe Economy. La prenotazione si fa nello stesso momento in cui si prenota il biglietto. I prezzi sono nella norma.

Lufthansa

Anche Lufthansa accetta i cani in volo. Quelli di piccola taglia sono ammessi in cabina, ma il loro peso complessivo non deve superare gli otto chili, trasportino compreso che deve avere dimensioni massime di 55 x 40 x 23 centimetri. I quattrozampe più grandi avranno un posto dedicato nell’area della stiva climatizzata. I prezzi medi si aggirano sui 60 euro per le tratte nazionali, 90 per quelle intercontinentali brevi, 110 euro per quelle più lunghe.

Vueling

Vueling accetta gli animali a bordo e anzi si preoccupa di farli viaggiare il più comodamente possibile. Anche qui, ovviamente, è necessario rispettare alcune regole. I cani devono essere solo di piccola taglia con il solito trasportino omologato delle dimensioni massime di 45 x 39 x 21 cm e, con l'animale dentro, non potrà eccedere il peso massimo di 8 kg.

Volotea

Per portare su Volotea il proprio amico a quattrozampe, anche qui contano le dimensioni. Piccola taglia, non più piccolo di 8 settimane, in un trasportino di 50x40x20 cm senza mai superare il peso, insieme a quello dell'animali, degli 8 kg. Mai dimenticare il suo documento d’identità e il certificato sanitario.

Altre compagnie

Ci sono naturalmente tante altre compagnie per viaggiare con i cani. Ognuna come abbiamo detto con le sue regole. Per esempio British Airways accetta gli animali, ma non a bordo e soltanto in stiva. E per entrare nel Regno Uniti, il cane deve soddisfare anche i requisiti del Pet Travel Scheme.