Estate è spesso sinonimo di zanzare e riuscire a capire dove si nascondono in casa e come è possibile prevenire le infestazioni potrebbe esserci d'aiuto.

Secondo i Rapporti Istisan del 2021 dell'Istituto Superiore di Sanità che raccolgono studi, ricerche e protocolli tecnici di rilevanza sanitaria, le specie di zanzare presenti in Italia sono 65. Fra le zanzare che più comunemente troviamo nelle nostre case abbiamo, conosciuta comunemente come zanzara tigre, e la Culex pipiens, la zanzara comune.

Molte specie di zanzare depongono uova resistenti all’essiccamento e al freddo e compiono il ciclo di sviluppo larvale in piccoli contenitori con poca acqua stagnante.

Di seguito forniamo un piccolo elenco di possibili luoghi casalinghi in cui si nascondono le larve e gli adulti di zanzare.

Dove nidificano le zanzare in casa?

Secchi, sottovasi e altri luoghi in casa con acqua stagnante sono per le zanzare il posto ideale per deporre le loro uova, che si trasformeranno in larve. Mantenerli puliti è il primo passo per evitare infestazioni. Ecco alcuni dei posti da controllare:

Secchi

I secchi utilizzati per i più svariati motivi sono un luogo perfetto per la deposizione delle uova. Spesso vengono dimenticati in luoghi umidi e tranquilli, e l'acqua al loro interno non viene quasi mai svuotata completamente. Anche il più piccolo strato di liquido può permettere la deposizione delle uova e lo sviluppo delle larve, motivo per cui andrebbero sempre svuotati e ripuliti.

Annaffiatoi

Insieme ai secchi gli annaffiatoi vengono dimenticati pieni d'acqua all'aperto e questo fa si che siano fra i luoghi preferiti per la deposizione delle uova. Il ristagno d'acqua all'aperto, nella stagione favorevole alla deposizione, fa assumere le caratteristiche chimiche, come il giusto pH, e fisiche come la temperatura, al liquido.

Sottovasi

Chiunque possieda una pianta lo sa bene: i sottovasi sono il luogo perfetto per la deposizione delle uova di zanzara. Questo perché l'acqua nei sottovasi è filtrata da ogni impurità dalla pianta e ne ha un ricircolo continuo di nuova grazie alla costante innaffiatura.

Lattine

Anche piccolissimi contenitori come le lattine possono essere perfette alcove per le zanzare. L'esiguo quantitativo di acqua è sufficiente e la piccola apertura fa si che le larve che si sviluppano siano protette dai predatori e dall'uomo.

Dove si nascondono le zanzare adulte in casa

Per allontanare le zanzare adulte, nate dalle uova deposte nei ristagni d'acqua o entrate dall'esterno, è importante sapere dove si nascondono. In generale, quando hanno ormai fatto il loro pasto di sangue, si posano in luoghi  dove per noi umani è difficile individuarle, ad esempio:

Sotto letti, tavoli e sedie

In generale diverse specie di zanzara hanno diverse altezze di volo. Gli adulti di zanzara tigre, ad esempio, difficilmente superano il metro di altezza quando volano, motivo per cui è più facile trovarli in luoghi bassi.

Fra le tende di casa

Se tenete la finestra aperta, uno dei luoghi in cui è facile trovare una zanzara appena entrata è proprio sulla tenda, sui vetri o nelle prossimità della finestra. Se la temperatura esterna è favorevole, infatti, la zanzara potrebbe anche trovarsi a suo agio uscendo nuovamente. Questo è vero, solo se ha terminato il suo pasto di sangue, però.

Sopra i mobili alti

La zanzara comune vola ad altezze differenti e spesso i luoghi discreti dov'è difficile individuarla sono proprio le parti meno in vista come la parte superiore di mobili alti o il retro di alcuni di questi distanziati dal muro.

Le stanze più abitate

In generale le femmine adulte di zanzara cercheranno sempre un pasto di sangue e potendo percepire l'anidride carbonica che emaniamo con la respirazione in un batter d'occhio possono individuarci e pungerci. Data questa loro capacità sensoriale è possibile trovare le zanzare nei luoghi di casa più frequentati o con una maggior presenza di persone.

Come allontanare le zanzare

Alcuni di questi accorgimenti potrebbero evitare qualche puntura di troppo durante la stagione estiva:

  • Evitare l’abbandono e l’accumulo all’aperto di materiali che possano raccogliere l’acqua piovana;
  • Eliminare l’acqua dai sottovasi, dagli annaffiatoi, dai bidoni e dai copertoni esposti all'aperto;
  • Innaffiare direttamente con le pompe gli orti e i giardini, senza mantenere riserve di acqua a cielo aperto;
  • Cercare di tenere adeguatamente coperti e provvisti di zanzariera eventuali recipienti per la raccolta dell’acqua, qualora indispensabili;
  • Introdurre pesci rossi, predatori delle larve di zanzara, nelle vasche e nelle fontane dei giardini;
  • Trattare ogni 7-10 giorni con prodotti larvicidi, a uso domestico, i tombini e tutti i recipienti inamovibili, posti all’esterno, dove si raccoglie acqua piovana;
  • Utilizzare i repellenti di sintesi efficaci contro le specifiche zanzare in forma di crema o spray, ma con la massima cautela e comunque secondo quanto indicato in etichetta.