15 Luglio 2022
19:41

Dipendente del “Safari Park” di Maida gravemente ferita da un elefante

L’incidente nel pomeriggio di venerdì 15 luglio. La donna si trovava all’interno del recinto in cui vengono organizzati anche spettacoli con gli animali quando è stata attaccata.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Kodami
910 condivisioni
Immagine

Una donna di 46 anni, dipendente del “Safari Park” di Maida, in Calabria, è stata ferita da un elefante mentre stava lavorando all’interno dell’area allestita in provincia di Catanzaro.

L’incidente è avvenuto venerdì pomeriggio. Stando a quanto ricostruito, la donna si trovava all’interno del recinto dell’elefante quando l’animale l’ha caricata. Non è chiaro ancora cosa abbia provocato l’attacco, ma dalle prime informazioni la 46enne interagiva con l’elefante su base quotidiana.

All’interno del Safari Park è intervenuto il personale dell’azienda sanitaria di Maida, insieme a un elicottero proveniente da Lamezia. Al loro arrivo i soccorritori hanno come prima cosa portato la donna fuori dal recinto, allontanandola dall’elefante e poi trasferendola immediatamente all'ospedale Pugliese di Catanzaro per le cure. Le sue condizioni sono critiche: ha riportato profonde ferite all’addome, provocate con tutta probabilità dalle zanne dell’animale, e altre lesioni gravi.

Sul posto sono intervenuti anche i Carabinieri, cui è stato affidato il compito di accertare la dinamica dell’incidente. Il parco è stato nel frattempo chiuso, e sono in corso tutte le indagini necessarie a ricostruire cosa sia accaduto prima che l’elefante attaccasse la donna. È possibile che l’animale abbia percepito qualcosa che lo ha fatto sentire minacciato, o che l’aggressione sia motivata da una concomitanza di diversi fattori che andranno analizzati con attenzione, trattandosi di un animale costretto a vivere in cattività e dunque sottoposto a forte stress, soprattutto in giornate con temperature altissime come quelle registrate in questi giorni.

Il Safari Park di Maida si trova in Contrada  Galeano, nell’entroterra della provincia di Catanzaro, e gli animali – oltre all’elefante sono presenti tigri e cammelli – vengono tenuti all’interno di una serie di recinti. Nei recinti vengono organizzati anche spettacoli a beneficio del pubblico, proprio come accade nei circhi. Da chiarire dunque anche se l’elefante abbia reagito durante uno degli spettacoli, o mentre la donna si trovava nel recinto per altre attività, un elemento non ancora accertato.

Avatar utente
Andrea Barsanti
Giornalista
Sono nata in Liguria nel 1984, da qualche anno vivo a Roma. Giornalista dal 2012, grazie a Kodami l'amore per gli animali è diventato un lavoro attraverso cui provo a fare la differenza. A ricordarmelo anche Supplì, il gatto con cui condivido la vita. Nel tempo libero tanti libri, qualche viaggio e una continua scoperta di ciò che mi circonda.
Sfondo autopromo
Segui Kodami sui canali social
api url views