Intervista a Prof. Guojie Zhang
Genomista, università di Copenhagen
Ornithorhynchus anatinus

Ha un becco gommoso, zampe palmate e depone le uova. L'ornitorinco sin dalla sua scoperta nel 1799 è sempre stato considerato "un tipo bizzarro": così lo definì George Shaw, zoologo del British Museum. Ora, la più grande mappatura del suo genoma ribalta la situazione: siamo forse noi umani quelli strani? I ricercatori dell'università di Copenhagen, studiando i genomi dell’ornitorinco (Ornithorhynchus anatinus) e dell'echidna (Tachyglossus aculeatus), hanno fatto una scoperta che riguarda la biologia e l'evoluzione dei mammiferi: forse anche i nostri antenati comuni, come spiega il genomista Guojie Zhang, un tempo deponevano le uova.

Kodami ne ha parlato direttamente con il professore Zhang a capo dello straordinario sequenziamento genomico pubblicato su Nature.

Professore, anche noi deponevamo le uova?

Sì, i nostri antenati mammiferi potrebbero aver covato le uova come l'ornitorinco. Questo si spiega perché molti uccelli e insetti hanno più copie di un gene chiamato vitellogenina, che è coinvolto nella produzione delle uova ma la maggior parte dei mammiferi non ce l'ha.  L'ornitorinco, invece, ne ha una copia ed ecco spiegata la loro anomala deposizione delle uova. Non solo, la nostra ricerca suggerisce che questo gene e forse l'intera strategia riproduttiva potrebbe essere qualcosa che noi umani abbiamo perso.

Quanto è importante l'ornitorinco per comprendere l'evoluzione dei mammiferi?

L'ornitorinco o monotrema è la nostra "sorella mammifero" più antica. Questi animali sono le specie di mammiferi più antiche che sono ancora vive oggi e possiedono molte caratteristiche che potrebbero aver avuto anche i nostri antenati comuni mammiferi. Pertanto, la nostra ricerca è importante per comprendere l'origine e l'evoluzione dei mammiferi nel loro insieme.

L'ornitorinco per lei è la specie più affascinante? 

In molti modi sì: sono l'unico gruppo di mammiferi che produce prole deponendo le uova ma sono allo stesso tempo mammiferi perché allattano; producono anche veleno in predazione e per difendersi, come i serpenti e possono usare impulsi elettrici per localizzare la preda sott'acqua. Altra curiosità: hanno dieci cromosomi sessuali (X1-5 e Y1-5), mentre altri gruppi di mammiferi, incluso l'uomo, hanno solo una coppia di cromosomi sessuali (XY). La cosa più strana è che i loro cromosomi sessuali sono più simili a quelli degli uccelli che a quelli umani.

Perché gli ornitorinchi sono così bizzarri per la scienza?

Primo perché mantengono molte delle caratteristiche ancestrali dei primi mammiferi che si sono evoluti dai rettili, secondo perchè hanno delle caratteristiche estremamente vantaggiose per adattarsi all'ambiente; ad esempio, il veleno che può uscire dalle loro caviglie o la capacità di trasmettere impulsi elettrici, entrambe molto importanti per il loro foraggiamento.