Tartarughe Texas

Tutto è cominciato il giorno di San Valentino. Il vortice polare che ha gelato il Texas non è stato clemente neanche con il mare e le acque della Laguna Madre di South Padre Island, una fettuccia di terra che costeggia l’ultimo tratto di Texas in prossimità del confine con il Messico, hanno cominciato a diventare insopportabilmente fredde, soprattutto per le tartarughe marine.

In salvo 4.500 tartarughe marine sopraffatte dalle acqua gelide

Le più stressate per la bassa temperatura sono state infatti proprio le tartarughe marine che, popolose, nuotano fra queste acque abitualmente molto più tiepide. Il 14 febbraio le prime 142 tartarughe sono state recuperate dai volontari di Sea Turtle Inc., storica associazione texana che dal 1965 lavora alla loro salvaguardia. Da quel giorno, fino ad oggi, le tartarughe salvate sono diventate 4.500 e le immagini che le mostrano sul pavimento del City of South Padre Island Convention Center della cittadina, che si è offerto di dare loro un tetto, sono davvero impressionanti. Un tappeto incredibile di tartarughe che, silenziosamente, riprendono forze e vigore dopo un gelo insopportabile. «Con queste basse temperature – spiegano dall’associazione – le tartarughe marine sono diventate vulnerabili all'ipotermia, che è ciò che viene chiamato “stordimento da freddo». Fondamentale, quindi, intervenire al più presto.

Uno speciale ringraziamento ai volontari che si sono prodigati

Tartarughe Texas

«Ma domani la temperatura potrebbe scendere ancora più in basso e centinaia di altre tartarughe sono in pericolo – dichiara l’associazione che invita i volontari a sostenerli ancora – Preghiamo la nostra comunità di fare attenzione alle tartarughe e segnalare eventuali esemplari galleggianti o spiaggiati sulla riva nella tua zona». Senza l’aiuto e la collaborazione di centinaia di persone che non hanno esitato a riempire macchine, furgoni, rimorchi e barche per trasportare fino al centro convegni le tartarughe congelate, la Sea Turtle non sarebbe mai riuscita a salvarne tante. Non a caso infatti l’associazione ha già organizzato uno speciale “giorno del ringraziamento” che si terrà domani nella sede ufficiale e che sarà trasmesso in diretta sulla pagina Facebook.  «Senza l'impegno dei volontari questa situazione avrebbe potuto essere devastante. Il “giorno del ringraziamento” sarà il nostro modo di ringraziarli per tutto ciò che hanno fatto – spiegano – l’ingresso sarà gratuito e verranno scattate e condivise molte foto: per cui titolari di attività commerciali e amici indossate pure l'abbigliamento con il vostro logo per essere riconoscibili».

Sea Turtle Inc. l'associazione fondata per salvare le tartarughe da Ila Fox Loetscher

L’associazione, che per la pandemia è stata chiusa al pubblico per un lungo periodo ma ha intenzione di riaprire sabato 27 febbraio, è stata fondata da una pioniera dell’animalismo. Ila Fox Loetscher fu una delle prime donne ad essere certificata come pilota negli Stati Uniti del secolo scorso. Iniziò a prendersi cura delle tartarughe marine nel 1965 a Rancho Nuevo, in Messico, dove aveva trascorso due settimane di volontariato. Continuò a prendersi cura di loro nella sua casa a South Padre Island, iniziando ad attirare la curiosità di molti visitatori e decise così di fondare la Sea Turtle Inc. che ha continuato a lavorare al progetto di salvaguardia anche dopo il 2000, anno in cui la Signora delle tartarughe, come era soprannominata in zona, morì.

«Aiutateci a continuare a salvarle»

Tartarughe Texas

«Siamo in un particolarmente momento critico nella cura di queste tartarughe così provate dal freddo – spiegano dall’associazione che dichiara di essere stata sommersa da richieste di aggiornamento sul loro stato di salute – e abbiamo bisogno che il nostro personale si concentri sul monitoraggio di questi animali. Per questo motivo preghiamo tutti di astenersi dal visitare le aree di ubicazione, presto verranno pubblicate altre immagini e video. Il meglio che possiamo fare per queste creature è dare loro il tempo di riprendersi». Senza dimenticare quelle che ancora sono in acqua: «se vedete una tartaruga marina a riva o che galleggia nell'acqua, chiamaci immediatamente al nostro numero di spiaggiamento 24 ore su 24, 7 giorni su 7, 956-243-436». Per donare direttamente .