video suggerito
video suggerito
Caro Kodami
rubrica
16 Maggio 2024
12:02

Caro Kodami, ti scrivo. Anna racconta la separazione dalla compagna: «Entrambe non vogliamo rinunciare al nostro cane»

Una rubrica per parlare delle vostre esperienze dirette o condividere con noi le emozioni che emergono dalla relazione con gli altri animali. La lettera di oggi è di Anna che ci racconta della delicata separazione dalla compagna Valeria e della difficoltà che stanno vivendo: nessuna delle due vuole vivere senza Axel, il loro meticcio.

235 condivisioni
Immagine
Stai leggendo Caro Kodami non perderti altri contenuti di Kodami
Immagine

Caro Kodami,

la fine di un amore è un tormento senza pace e se c'è anche un cane in mezzo riuscire a mediare su "cosa è mio" e "cosa è tuo" è davvero complicato. No, non sto definendo Axel, il cane che io e la mia ex compagna abbiamo adottato insieme, una "cosa" ma è così che a me sembra che a volte lei lo veda per tenermi in qualche modo agganciata ancora a un rapporto che è per me ormai finito. Ciò che sta succedendo, e che Valeria non vuole accettare, è che io e lei non abbiamo più senso insieme. So di poter sembrare brutale nello scrivere a voi una definizione così netta di quella che in realtà è stata la storia d'amore più importante della mia vita. Ma ci sono aspetti intimi, che ho pudore a chiarire in pubblico, che mi hanno portato a questa conclusione e che ho condiviso solo con lei. Nonostante ciò non si riesce a venirne a capo e ora Axel è diventato una sorta di ricatto emotivo con cui la mia ex mi tiene legata a quello che non siamo più. Sono certa che gli voglia un gran bene, però, e che a parte questa deriva che ha preso la nostra relazione il nostro meticcio sia per lei, quanto per me, una vera e propria ragione di vita. Ecco allora che sono semplicemente dilaniata, perché in fondo mi chiedo se anche io non voglia alla fine privarla di un altro grande affetto dopo aver deciso di chiudere la relazione con lei per il mio egoismo di non riuscire a separarmi anche dal nostro splendido cane. 

Risponde la direttrice Diana Letizia

Cara Anna, mentre leggevo le tue parole e percependo quanto debba essere difficile la situazione in cui tu e la tua compagna vi trovate, mi sono venute in mente quelle di Lord Byron: «Il cane possiede la bellezza senza la vanità. La forza senza l'insolenza. Il coraggio senza la ferocia. E tutte le virtù dell'uomo senza i suoi vizi».

Ti prego di non prenderle come un giudizio nei vostri confronti ma come un pensiero che possa darti e darvi la forza per superare le vostre incomprensioni a discapito di un altro individuo che sicuramente non trarrà giovamento dalla vostra separazione. Da Axel infatti potreste trarre un insegnamento, mutuando i versi a cui ho pensato, ovvero che nelle nostre virtù si nascondono anche le nostre debolezze e che i cani ci insegnano, invece, un amore che non ha recriminazioni, che viene concesso con molta franchezza, portatore anche di desideri e bisogni che sono però esplicitati a differenza nostra che tendiamo a fingere di non pretendere e poi cadiamo nei ricatti emotivi.

Ti invito a rileggerti, perché forse la risposta è già nelle tue parole, soprattutto nella conclusione a cui tu stessa arrivi: amare vuol dire anche saper lasciar andare e se si è davvero amata la persona con cui si è stati non si può che volere il suo bene. Lo stesso vale per il tuo cane e lì dove tu scrivi che sei certa che Valeria lo ami quanto te è forse necessario che sia tu allora a prendere la decisione di permettere a loro due di rimanere insieme. Lo scrivo perché mi hai trasmesso la sensazione vivida di essere certa che non vi siano altri margini di relazione tra voi e che una scelta più lucida in questo momento possa arrivare più facilmente da te che sembri essere convinta che non ci sia più un futuro da condividere insieme. Ci vuole coraggio, lo so, a non arroccarsi sulle proprie posizioni ma in fondo non è quello che vorresti che facesse anche lei? Dai allora tu il buon esempio e sarete in tre ad averne beneficio, nella consapevolezza che un giorno – se entrambe finalmente riuscirete a ritrovare il rispetto reciproco – nulla se noi voi stesse potrà impedire di ricongiungervi insieme ad Axel sebbene pur non essendo più una coppia. Buona fortuna a tutti e tre.

Avatar utente
Diana Letizia
Direttrice editoriale
Giornalista professionista e scrittrice. Laureata in Giurisprudenza, specializzata in Etologia canina al dipartimento di Biologia dell’Università Federico II di Napoli e riabilitatrice e istruttrice cinofila con approccio Cognitivo-Zooantropologico (master conseguito al dipartimento di Medicina Veterinaria dell’Università di Parma). Sono nata a Napoli nel 1974 e ho incontrato Frisk nel 2015. Grazie a lui, un meticcio siciliano, cresciuto a Genova e napoletano d’adozione ho iniziato a guardare il mondo anche attraverso l’osservazione delle altre specie. Kodami è il luogo in cui ho trovato il mio ecosistema: giornalismo e etologia nel segno di un’informazione ad alta qualità di contenuti.
Sfondo autopromo
Segui Kodami sui canali social
api url views