squalo sardegna

«Non credo che mi ricapiterà più una cosa del genere. È un’emozione indescrivibile aiutare uno squalo azzurro a partorire!». Così Ramona Scodellaro ha raccontato la sua avventura grazie a un video pubblicato sui social.

La donna, residente in Sardegna, pochi giorni fa si è trovata davanti a una scena davvero particolare: uno squalo azzurro nuotava tra le acque di Cala Finanza, in provincia di Sassari, cercando di partorire senza però riuscirci.

La zona non è nuova a simili avvistamenti, nel corso degli anni numerose segnalazioni da parte di cittadini e di studiosi hanno svelato la presenza di squali nelle acque anche poco profonde della Sardegna. Nel maggio del 2020 l'account ufficiale dell'Area Marina Protetta Tavolara Punta Coda Cavallo aveva mostrato le immagini di uno squalo azzurro proprio nelle acque del molo di Cala finanza a Porto San Paolo.

 

Quello che Ramona si è trovata davanti, però, era ancora più straordinario: lo squalo era in grande difficoltà perché non riusciva a partorire. «Era distrutta, proprio sfinita», ha raccontato la donna. Per questo Ramona ha deciso di intervenire. Non c'è stato bisogno dell'ausilio di nessun coltello o altri utensili, usando le mani ha estratto i piccoli dal ventre della madre.

 

I piccoli sono nati vitali e si sono subito messi a nuotare verso il largo, mentre la madre fino alla fine del video è rimasta immobile, tanto che alcuni utenti hanno pensato potesse essere morta, ma Ramona ha subito dissipato i dubbi: lo squalo femmina è viva e dopo aver partorito è stata portata a largo.

Lo squalo azzurro protagonista del video, anche noto come verdesca, è diffuso nelle acque temperate e tropicali in tutto il mondo. Nonostante il suo areale sia molto ampio la specie è stata inserita dall'IUCN tra le specie prossime alla minaccia.

Il motivo sta nell'uso che l'uomo fa di questo squalo in campo alimentare. Le pinne e la carne della verdesca sono infatti usate, anche in Europa, a scopo alimentare. Si stima che ogni anno vengano uccisi tra i 10 ed i 20 milioni di esemplari nel corso delle battute di pesca.