Tutti, almeno una volta, ci siamo chiesti come calcolare l'età del cane in anni umani. La formula più diffusa è quella secondo cui un anno del cane equivale a sette anni di un essere umano. Basterebbe quindi moltiplicare l'età del nostro cane per sette per sapere quanti anni avrebbe, ma non è proprio così che funziona. Calcolare l'età dei cani è molto più complesso, perché ci sono diversi fattori da considerare, tra cui la razza e la mole.

Inoltre, uno studio dell'Università della California San Diego School of Medicine ha dimostrato che esseri umani e cani non invecchiano allo stesso modo e alla stessa velocità, quindi un calcolo lineare non è possibile. La nuova formula messa a punto dai ricercatori confronta il DNA del cane con quello dell'uomo e fornisce un "orologio epigenetico", un metodo che consente di determinare l'età di una cellula, di un tessuto o di un organismo sulla base delle modificazioni epigenetiche del DNA, come la metilazione. Queste modificazioni epigenetiche, presenti sia nel DNA umano sia in quello del cane, forniscono agli scienziati indizi sull'età di un genoma.

Vediamo, allora, come determinare l'età di un cane in modo più preciso.

Come si calcola l'età dei cani in anni umani

Dallo studio citato, è emerso che i cani, soprattutto quando sono giovani, invecchiano più rapidamente degli esseri umani. Un cane di un anno è simile a un essere umano di 30 anni (non di 7 anni, quindi, come molti pensano), un cane di 3 anni è paragonabile a un umano di 40 anni, uno di 4 anni ha circa 52 anni, uno di 6 anni è sulla sessantina.

A partire dai sette anni, poi, il processo di invecchiamento del cane rallenta. Infatti, anche se 7 anni canini equivalgono a 62 anni umani, un cane di 8 anni sarà anziano come un essere umano di 64 anni.

Anche questo studio, però, ha un limite: è stato fatto su un campione di 105 Labrador, quindi si basa su una singola razza e non tutte le razze invecchiano alla stessa velocità. I ricercatori hanno dichiarato di voler approfondire lo studio, analizzando il DNA di altre razze.

Cosa prendere in considerazione per calcolare la giusta età del proprio cane?

Al di là di ogni possibile formula per calcolare l'età del cane in anni umani, fattori come la razza e la dimensione giocano un ruolo fondamentale nel processo di invecchiamento.

In generale, le razze di piccola taglia hanno un'aspettativa di vita maggiore rispetto ai cani di grande mole, in alcuni casi arrivando anche fino ai 18 anni. Maturano però rapidamente nei primi anni di vita. I cani di taglia grande maturano più lentamente, ma hanno un'aspettativa di vita più breve.

Alcune razze, inoltre, sono geneticamente predisposte a sviluppare malattie che possono causarne la morte in giovane età.

In conclusione, è importante capire che i cani invecchiano a un ritmo diverso dal nostro e molti fattori possono influire sulla loro aspettativa di vita, dalla genetica all'alimentazione. Paragonare l'età canina a quella umana, quindi, non ha molto senso. Ha più senso, invece, assicurarsi che il proprio cane sia in salute, con controlli periodici dal veterinario, e garantendogli tutto ciò di cui ha bisogno.