È stato il grido d'allarme lanciato da un bambino di dieci anni alla polizia a salvare la vita di un cane precipitato in un torrente. L'incidente è avvenuto lunedì mattina a Firenze, nel parco delle Cascine, dove un ragazzo di 20 anni si trovava a passeggio con il suo pastore maremmano.

Secondo quanto riferito dagli agenti, l'animale sarebbe caduto da circa tre metri finendo nelle acque del torrente Mugnone senza riuscire a risalire. Il proprietario non ha esistato a scavalcare il muretto per raggiungerlo, ma non è riuscito a portarlo in salvo.

Il ragazzino, che si trovava al parco con i genitori, vista la scena è corso a fermare una volante della polizia che è intervenuta in aiuto alla sfortunata coppia.

Gli agenti hanno calato nel torrente una corda, con la quale il proprietario – acqua alle ginocchia – ha imbracato il cane, riuscendo così a sollevarlo e a portandolo in salvo. Proprietario e cane stanno bene e tra il pastore maremmano e il suo piccolo salvatore è nata una bella amicizia.