10 Febbraio 2024
15:00

Animali della grande barriera corallina: chi sono e cosa minaccia la loro sopravvivenza

Sono tantissimi gli animali della Grande Barriera Corallina, che rappresenta uno degli ambienti più grandi al modo capace di ospitare moltissime specie differenti dai colori più vivaci e dalle abitudini più disparate.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Kodami
Immagine

Gli animali della Grande Barriera Corallina, situata al largo delle coste del Queensland in Australia, sono un autentico gioiello della natura. Estendendosi per 2.300 km su una superficie di circa 344.400 km², la barriera ospita tantissime specie di pesci colorati, squali, cetacei, infinite specie di invertebrati e moltissimi altri animali

La grande barriera non è infatti soltanto una singola barriera, bensì un complesso di oltre 2.900 barriere coralline e 900 isole che si estendono in una vasta area. Questo straordinario ecosistema è così imponente da poter essere visibile persino dallo spazio, testimoniando la sua grandezza e la sua importanza. La sua vastità fornisce una casa ad una straordinaria varietà di vita marina, rendendola uno dei luoghi più biodiversi del pianeta. Tra le sue acque si possono trovare oltre 1.500 specie di pesci, 400 specie di coralli, 4.000 specie di molluschi e 240 specie di uccelli marini. È un rifugio vitale anche per numerose specie minacciate, tra cui la tartaruga verde, il dugongo e il raro dugongo nano.

Tuttavia, nonostante la sua maestosità, la Grande Barriera Corallina è in pericolo a causa di molteplici minacce. Il cambiamento climatico rappresenta una delle maggiori preoccupazioni, con l'aumento delle temperature dell'acqua che provoca frequenti episodi di sbiancamento dei coralli, mettendoli a rischio di malattie e morte. Inoltre, l'inquinamento da attività umane come l'agricoltura e lo scarico di rifiuti, insieme alla pesca eccessiva, hanno un impatto negativo sulla salute complessiva di questo delicato ecosistema.

Pesce pagliaccio

pesce pagliaccio

Come non citare il protagonista del film "Alla ricerca di Nemo". L'iconico pesce pagliaccio è uno dei principali abitanti della Grande Barriera Corallina, conosciuto per i suoi colori e la sua simbiosi con le anemoni, casa che protegge con forza e vigore da altri esemplari della sua stessa specie.

La manta

manta

Tra gli abitanti più singolari della Grande Barriera Corallina troviamo la manta, animale leggiadro che volteggia in acqua con una grazia invidiabile. Hanno dimensioni notevoli, basti pensare che la loro apertura alare più raggiungere i 9 metri di lunghezza. Tuttavia, sono animali estremamente pacifici, amichevoli e giocosi. Nonostante le grandi dimensioni, si cibano principalmente di zooplancton aiutandosi proprio con le due grandi pinne che portano alla bocca.

Gli squali

squalo

La Grande Barriera Corallina è un paradiso per gli amanti degli squali, con oltre 50 specie che popolano le sue acque. Questo incredibile ecosistema offre numerose opportunità per avvistare in tutta sicurezza questi affascinanti predatori marini. Tra le specie più comuni si trovano gli squali pinna bianca della barriera corallina, noti per la loro maestosa presenza e il loro comportamento non aggressivo. Oltre a loro, c'è il bizzarro orectolobidae, che porta il nome dalla frase aborigena "barba frastagliata" a causa dell'aspetto insolito che lo contraddistingue.

Le tartarughe marine

tartaruga verde

Sei delle sette specie di tartarughe marine del mondo vivono nelle acque della Grande Barriera Corallina.  Tra queste ricordiamo la tartaruga verde, specie che si nutre principalmente di alghe e minacciata in tutto il mondo per via della caccia, dell'inquinamento e altre azioni umane che provocano la morte sia delle loro uova che degli individui adulti.

Il pesce napoleone

pesce napoleone

Tra i pesci degli di nota presenti nella Grande Barriera Corallina rientra il pesce napoleone. Con il suo corpo massiccio e le vivaci sfumature di colore, è considerato uno dei più grandi pesci ossei del reef, potendo raggiungere una lunghezza di oltre due metri e un peso di oltre 200 chili. Tuttavia, è una specie minacciata a causa della pesca eccessiva e della perdita del suo habitat, rendendo ogni incontro con questo magnifico animale un'esperienza davvero preziosa.

La vongola gigante

vongola gigante

Nelle profondità della Grande Barriera Corallina è possibile imbattersi in un mollusco dalla dimensioni straordinarie. Parliamo della vongola gigante, specie che può pesare anche 200 kg e raggiungere i 4m di lunghezza.

Dugongo

dugongo

Il dugongo è l'unico rappresentante vivente della famiglia dei Dugongidae ed è strettamente imparentato con i lamantini. Si nutre principalmente di alghe marine e vegetazione, trascorrendo gran parte della sua vita in acque costiere poco profonde, ma, nonostante ciò, può arrivare a misurare 3 metri di lunghezza per 400 kg di peso.

Le balene

megattera

Ogni anno, dalla primavera all'estate, la Grande Barriera Corallina diventa il palcoscenico di uno spettacolo straordinario: la migrazione delle balene. Da aprile a novembre, circa 25.000 megattere intraprendono un lungo viaggio dall'Antartide fino a Hervey Bay, nella Grande Barriera Corallina. Questa zona riparata diventa il luogo ideale per le mamme balene, che qui scelgono di partorire e prendersi cura dei loro piccoli. Non da meno sono le balenottere minori, più piccole ma altrettanto impressionanti, che visitano la Grande Barriera Corallina in gran numero tra giugno e luglio. Questi magnifici incontri offrono ai visitatori un'esperienza senza pari, immergendoli nel meraviglioso mondo delle balene mentre attraversano le acque cristalline della barriera corallina.

I delfini

delfino grigio

I delfini del reef sono una vista affascinante e affettuosa nelle acque cristalline della Grande Barriera Corallina. Queste creature intelligenti e socievoli includono diverse specie, tra cui il delfino tursiope (Tursiops truncatus) e il delfino grigio (Sotalia guianensis). Il delfino tursiope è noto per il suo carattere giocoso e la sua predisposizione ad avvicinarsi alle imbarcazioni e interagire con gli esseri umani. Spesso si può vederli saltare fuori dall'acqua o nuotare accanto alle barche, regalando spettacoli emozionanti ai fortunati osservatori. Il delfino grigio, più piccolo e timido del tursiope, è altrettanto affascinante. Di solito si può trovare in gruppi più piccoli e preferisce mantenere una certa distanza dagli umani, anche se a volte può mostrarsi curioso e avvicinarsi alle imbarcazioni.

Avatar utente
Alessia Mircoli
Dottoressa Magistrale in Biodiversità e Gestione degli Ecosistemi
Sono laureata in Biodiversità e Gestione degli Ecosistemi e la divulgazione scientifica è la mia passione. Durante il mio percorso ho scoperto il mondo del giornalismo scientifico e ho capito che è la mia strada. Sono estremamente affascinata dalla natura e da tutto ciò che ne fa parte, credo nell’importanza di diffondere un’informazione corretta sugli animali e l’ambiente.
Sfondo autopromo
Segui Kodami sui canali social
api url views